Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

da fenesta

Ogni matina
m'affaccio da fenesta
pe guardà a te quanno passe,
tu cammine a ppasse lenti pa via
purtannate a priesso l'allegria.
Quanno veco ca' tu viene
cu chell'aria gentile e fine
guardannate je suspiro.
Te vurria chiammà
quanno tu te giri e me surride
te vurrie dicere tutt'è parole doce
ca' sento int'a stu core
ma me se ferma a voce
tanto ca' sto 'ncantato a te guardà.
Accussì te veco e alluntanà
e je nun me dispero
pensanno ca' dimano affacciato da fenesta
vedenn'a te pe me è na festa.


Share |


Poesia scritta il 26/07/2015 - 09:57
Da vincenzo pagano
Letta n.511 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Un decanto che non ha mutanza nel tempo... Stesse sensazioni... Stesse emozioni... Stesso batticuore... Piacevolmente scorsa

Rocco Michele LETTINI 26/07/2015 - 15:32

--------------------------------------

Simpatico quanto efficace vernacolo per donarci verso di gioia felicità nelle piccole cose. Complimenti

luciano rosario capaldo 26/07/2015 - 14:24

--------------------------------------

vi ringrazio i vostri graditi commenti. alla prossima.

vincenzo pagano 26/07/2015 - 12:50

--------------------------------------

Molto bella,veramente bravo.5*

Luciano Guidotti 26/07/2015 - 12:27

--------------------------------------

Volevo darti cinque stelle ma il sistema non funziona...ciao

Anna Rossi 26/07/2015 - 11:44

--------------------------------------

Bella canzone d'amore, molto bravo. Ciao Vincenzo nome molte comune dalle mie parti.

Anna Rossi 26/07/2015 - 11:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?