Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissą se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore č come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In cittą...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'č...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita č una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Chissą qual vento

Inizia a mancarti la fame
chissą qual vento ci aiuterą
a sopportare quel che desideravi tu
rivangato il passato pił volte
mentre ti sentivi depresso
e pretendevi di esser compreso
mentre non riuscivi ad esser te stesso
Chissą se non eri malato
come saresti stato, forse buono
umile e felice, come avrei voluto io
quando mi sentivo gił, nel vederti cosģ
arrabbiato, con il destino che t'ha tolto
il cibo, che riempie l'anima, rendendola
umana


Share |


Poesia scritta il 26/08/2015 - 14:27
Da MARIA ANGELA CAROSIA
Letta n.392 volte.
Voto:
su 45 votanti


Commenti


Vi ringrazio immensamente, Rocco, Chiara e Ugo. Ciao a presto, buona serata carissimi

MARIA ANGELA CAROSIA 27/08/2015 - 19:39

--------------------------------------

Tema interessante in versi molto gradevoli.

Ugo Mastrogiovanni 27/08/2015 - 12:22

--------------------------------------

Molto riflessiva e profonda...brava Maria Angela! Buona serata,

Chiara B. 26/08/2015 - 18:14

--------------------------------------

Un profondo verseggio che porta a riflettere... Versi reali... La mia serena serata MARIA ANGELA.

Rocco Michele LETTINI 26/08/2015 - 18:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?