Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittÓ...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lÓ della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchý scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Pix

Ho un segreto
lo voglio raccontare
protagonista
una figura elementare.


Chiedo scusa
intanto mi presento
mi chiamo pix
l'ossessione di un tormento.


La figura
nella libera mattina
muove lenta
allo spazio il capo china.


Serena
nel volto la sua quiete
non traspare emozione
o tanta sete.


La spio
in silenzio per favore
non turbiamo la calma
sua interiore.


╚ schiva
da sola come sempre
alla fonte dove nasce
la sorgente.


Mi sento
un provetto cacciatore
che alla preda si avvicina
con rumore.


Vieni dove corri
non scappare
mi avvicino a questa fonte
per parlare.


Distende
i lineamenti la figura
allontana dal suo volto
la paura.


Dopo anni
che ci provo finalmente
ho incontrato i suoi occhi
con la mente.


Cosa vuole la tua ombra
che mi insegue
turbarndo il mio sonno
e la mia quiete.


Queste le parole
e la figura
si avvicina lentamente
da un'altura.


Lo spazio tra noi
ormai ridotto
all'interno un cimitero
mai sepolto.


Da qui lo stupore
o la conquista
di parlare col mio io
e la stessa vista.


L'ego furibondo
mi risponde
la tua ossesione vivo
tra le ombre.


Una condanna
vivere di sera
non veder il ciel
che si colora.


Trasformarmi
nella selva come fiera
bandito dentro un nome
che mai spera.


Intanto scrivo
penso e mi dimeno
questa l'ossessione
senza freno.


╚ la tua
riprenditela pure
nella notte ho il piacere
di dormire.


Di vivere alla luce
il caldo sole
cancellami di dosso
questo nome.


Guardo la figura
sorridendo
del mio ego non m'importa
non lo sento.



Mi osservo
dentro un cimitero
lui prepara nella notte
il suo destriero.


Si gira
"Oh Dannato maledetto"
queste sue parole
al mio cospetto.


Nella notte
vivrai il mio ricordo
adesso trema
che il giorno ha il fiato corto.


Poesia di Giuseppe Bonanno in arte Pix Promenade.



Share |


Poesia scritta il 09/09/2015 - 16:26
Da giuseppe bonanno
Letta n.314 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?