Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Carne da poesia...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

04

Fulgido speglio
saetta 'l mio corpo!


Luce riflessa
d'un autunno oramai
tardivo, e d' un'estate
che procrastina la morte.


Arido autunno!
Qual' immenso giubilo:
doppia morte nella natura
e nel mio core.


Fatal licore, sogno
dei cechi, dei malati...
Morte del mondo!
Nel fogliame sporco
e accasciato
vedo lo speglio
del mio dannato corpo.


È l'inverno che s'ode,
co 'l suo drappello che marcia,
E 'l sole m'irradia ancora
a braccetto co 'l estate!
Oh! vana speranza! Non spero
oramai da tempo.
Quindi scappa luce solare!
Fuggi via, non è 'l momento.


Una carcassa prega
pe 'l freddo pungente,
estate vuol dire vermi!


O Dio, di gelidi zefiri
cospargi 'l mio corpo!
ci sarà la malinconia a scaldarmi!


Le carcasse non vivono...
Vive la maledizione che non ho,
ma che ho sognato.



Share |


Poesia scritta il 11/11/2015 - 20:02
Da Antonio Rossi
Letta n.340 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Un sentito... quanto riflessivo verseggio. La mia considerazione e la mia lieta giornata.

Rocco Michele LETTINI 12/11/2015 - 08:54

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?