Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissą se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore č come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Donna

Oh creatur soave, come una piuma leggiadra ti fai librar nell'aer informe del ventoso marzo.
Quanta beltą ne tuoi languidi gesti, quanta grazia di vividi color.
E la tua voce...la tua voce come un canto d'assiuol.
E tu o uomo! Ascolta, non ordir nel tuo cuor, cruento atto alcun contra niuna donnal creatura.
Anzi! Ritrai in tempo l'oltraggioso arto.
Non vedi gią lo stillar de le zigomanti gocce ricader gił al suol, a causa del tuo orrendo ordir?
Gocce di vita! Vedi, nota quanti fior di gią stanno a sbocciar dall'arida et informe terra or ora bagnata.
Oh uomo! Ferma in tempo l'iniqua tua follia!
Non sparger pił alcun sangue materno.
Tramuta l'insano gesto, in un abbraccio colmo d'amor, ad ogni di', ad ogni ora; a perpetuar un eterno amor...


Share |


Poesia scritta il 01/12/2015 - 17:47
Da Giovanni Santino Gurrieri
Letta n.322 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ciao Chiara grazie per il tuo bel commento
Ogni tanto mi piace giocare con frasi r parole, che appartengono ad un remoto passato.
Ma solo ogni tanto s'intende!
Ah ah ah.

Giovanni Santino Gurrieri 02/12/2015 - 14:53

--------------------------------------

Scritta in modo elegante e ricercato, molto bella!! Buona giornata,

Chiara B. 02/12/2015 - 13:50

--------------------------------------

Caro Michele grazie.
Penso che tutti i giorni debba essere festa per la donna.
Mi piace tanto scrivere qualcosa sulle donne.

Giovanni Santino Gurrieri 02/12/2015 - 11:26

--------------------------------------

Eternamente amorevole... Straordinariamente decantata... Lieta giornata

Rocco Michele LETTINI 02/12/2015 - 09:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?