Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sollievo

Pupille che sono
spade.


Respiro
il mio odore,
esalo
il mio silenzio
di macerie
e di mozziconi di città.


Cammino
nel pensiero
fra le parole argute
e contorte
sulla soglia d'un abisso.


Scrivo e
suono i due tasti
del mio pianoforte,
mentre dentro impazzano
le mille note
di questa notte.


Mi accarezza la morte.


Ti vedo
ed un Universo
d'infinite stelle
e d'immensi pianeti
e di nostri mari
spalanca
le sue feroci e sublimi
fauci.


Mi parli
e muoio


Ti parlo
e taccio.



Share |


Poesia scritta il 30/12/2015 - 00:22
Da Antonio Rossi
Letta n.251 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Una lacerante sofferenza prorompe dai tuoi scritti, che sono comunque stupendi.Attendo una tua sulla gaiezza e sui piaceri della vita, se puoi.

salvo bonafè 01/01/2016 - 15:30

--------------------------------------

Versi sapienti e intensi. Uno stile incisivo capace di evocare immagini nitide ed emozioni incalzanti.. Poesia molto apprezzata

Francesco Gentile 30/12/2015 - 13:26

--------------------------------------

UN ARGUTO E SENTITO VERSEGGIO DILIGENTEMENTE FORGIATO... LIETA GIORNATA
*****

Rocco Michele LETTINI 30/12/2015 - 09:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?