Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Nel 1945 eravamo dei cadaveri

____________________________________________


N.B.: Ho scritto questa poesia per non dimenticare ciò che è
successo nei campi
di concentramento durante la seconda
guerra mondiale.
Ho cercato di immedesimarmi il più
possibile in cosa hanno potuto provare
quelle persone che erano private del cibo,
della libertà e della dignità ma ci sono
riuscita in parte, solo chi ha vissuto
quel periodo triste e cupo della vita
umana è in grado di descriverlo veramente.
____________________________________________


Non abbiamo più un’ombra


ma ne abbiamo due;


alla nostra destra la depressione


alla nostra sinistra l’angoscia più profonda.


Ci seguono passo passo.





Siamo dei cadaveri


ma camminiamo ancora.


Solo la pelle ricopre le nostre magre ossa.





Lavoriamo strenuamente


ma non per noi stessi


e senza uno scopo.





Abbiamo paura delle loro urla,


dei loro fucili,


delle loro minacce,


delle loro torture….





Il nostro cibo è insufficiente,


è una rarità,


non c’è forza in noi neanche per elemosinarlo.





La nostra colpa?


E’ che ognuno di noi è nato


senza far parte


di una razza eletta e perfetta.





La nostra strada?


Abbiamo continuato a percorrerla


ma per alcuni è finita prima


al di là del recinto col filo spinato.



Share |


Poesia scritta il 29/01/2016 - 10:07
Da Maddalena Clori
Letta n.239 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Grazie Francesco!

Maddalena Clori 03/02/2016 - 07:02

--------------------------------------

Brava

Francesco Marini 02/02/2016 - 20:34

--------------------------------------

Grazie Margherita, Maria e Salvo per i vostri commenti profondi. Vi voglio bene

Maddalena Clori 30/01/2016 - 21:15

--------------------------------------

Sensibile e toccante...Maddalena Brava Un abbraccio

margherita pisano 29/01/2016 - 21:49

--------------------------------------

Ciao cara...solo un cuore sensibile come il tuo poteva scrivere tale poesia...struggente...e assai toccante....faccio mio se posso il commento di Salvo...che è molto simile al mio pensiero..a te il mio grande abbraccio..ciao cara...serena notte.

Maria Cimino 29/01/2016 - 21:39

--------------------------------------

Brava Maddalena, sono stati scritti fiumi di parole, frasi, commemorazioni, per la mente malata di un pazzo e dei seguaci che hanno prodotto tale orrore. Leggendo i tuoi versi mi ritornano vivide le immagini tante volte viste con dolore.
Carissimi saluti.

salvo bonafè 29/01/2016 - 21:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?