Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L' ODIO E' UNA LU...
IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



l antica quercia

L'antica quercia s'ergea sulla collina,
e mirava i monti d'intorno,
i comignoli fumanti e il lavoro dei campi.
Non temeva ne' pioggia ne vento
ne' l 'ragano devastante,
ne grandine o saetta.
Vedea in autunno morire i brulli campi,
le altre campagne,e li' per prima,rinascer
l'erbetta al delicato soffiar di Zefiro.
L'aroma delle imponenti fronde ,
si spandea nell'aere mite,
diffusa dalle piu' miti correnti d'aprile.
Forte tronco,quante storie narreresti,
se sol potessi far verbo!
Gli amanti, al sicuro dei tuoi rami,
sussurravano dolci parole,che l'amore instillava
nei generosi cuori.
Quanti pensieri,quanti progetti,
-madre benigna-
in te trovo' riposo la coraggiosa rondinella
che,dalle terre infocate dal sole e dalle piogge aliene,varco' i confini fino a te ,ostello dei propri figli!
Veniva a te un fanciulletto di fiori adorno,
un figlio dei campi e te prendeva per suo gioco:
nascondersi dietro il tuo tronco,
mirar il paesaggio al tuo fresco riposo!
O eta' di giovinezza spensierata,quante corse
fino alla quercia ,alla signora della collina!
il duro inverno,fischiando e ululando,
franse ramo,ma tu non fosti mai incenerita,
come Semele antica.
Muore l'uomo coi suoi progetti e speranze,
muta il paesaggio astante,ma tu al tempo non dai governo.
Ricordi quel fanciulletto che veniva festoso
tra il meriggio e il tramonto?
Mai piu' verra' al tuo sguardo:
se tanto guardi ai tuoi pie'
vedrai un bianco marmo che serba colui
il quale giungeva con fanciullesco passo


Share |


Poesia scritta il 04/02/2016 - 16:34
Da corrado cioci
Letta n.395 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Leggere poesie come questa fa bene alla vista, che non soffre, e al cuore che se ne giova.. Le immagini passano dall'ammirazione per la bellezza del creato, passando per i ricordi nostalgici, fino al quel sentimento di profonda malinconia per la fugacità della vita. Brillante verseggio molto sentito e apprezzato

Francesco Gentile 05/02/2016 - 12:28

--------------------------------------

Corrado, hai fatto un capolavoro!!! 5*****

Maddalena Clori 05/02/2016 - 12:01

--------------------------------------

Ciao Corrado una quercia secolare..se ho ben capito la vogliono abbattere....no ma perchè...poi dicono... l'uomo è il più grande distruttore che Dio abbia potuto creare.... I tuoi ricordi sono parte di questa gigantesca quercia.... complimenti per la tua sensibilità ciao caro..

Maria Cimino 04/02/2016 - 22:59

--------------------------------------

ORME... (PER LA SUA GRANDEZZA E LA SUA UTILITA', NON CERTO PER IL SUO ESSERE ABBATTUTA).

Rocco Michele LETTINI 04/02/2016 - 18:59

--------------------------------------

SULLE ORME DE LA QUERCIA CADUTA DEL PASCOLI VERSI MIRABILMENTE FORGIATI... LIETA SERATA
*****

Rocco Michele LETTINI 04/02/2016 - 18:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?