Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Tempo al tempo...
L'amore vince...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Lesioni

Ho una lesione nel cervello.
È tutte quelle volte che
l’incomprensione si è trasformata
in violenza.
Luce artificiale in una casa
artificiale.
Sguardi artificiali uccidono.
La violenza era nell’indifferenza,
il coinvolgimento era nella violenza.
Non c’era molto da fare
e ancor meno ce n’è adesso.
Terra bruciata, cervelli bruciati.
Mai c’è stata la lucidità
di una tregua, era questione di
vita o di morte e non era permesso
arrendersi.
Siamo solo dei superstiti.
Ho una lesione nel cervello che
continua ad aprirsi, ogni volta
che non sai se guardarmi
in faccia,
ogni volta che non sai se
sono tua sorella.
Il tuo odio verso di me è
l’unica cosa calda che
mi è rimasta.
Ogni volta che ti rendi
vagamente conto che le cose
sono andate storte per poi
continuare a fare finta di niente
e cercare conforto altrove.
E noi siamo qui, a morire dei vuoti e
della paura,
della solitudine in cui ci siamo
deliberatamente e violentemente lasciati,
del disprezzo e dell’abbandono.
Siamo qui a morire, mentre cerchiamo
invano altre forme di energia.
Ho una lesione nel cervello e fa male.
Ho una lesione nel cervello e sento freddo.


Ho una lesione nel cervello che
intorpidisce i miei sentimenti.



Share |


Poesia scritta il 12/02/2016 - 01:29
Da Barbara Pu
Letta n.267 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Molto particolare!

Maddalena Clori 13/02/2016 - 08:16

--------------------------------------

Un sentito quanto esplicito lamento forgiato profondamente... Lieta giornata Barbara.
*****

Rocco Michele LETTINI 12/02/2016 - 08:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?