Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...
Regalami un sorruso...
Chissà pirchì...
L'Arte ci permette,d...
Insalata...
memorie di sartoria...
L'alzabandiera...
Sulla strada di casa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



LA PECORELLA SMARRITA

C’era una volta
una pecorella smarrita
che vagava tristemente per i boschi.
Sotto un’intima volta
la pecorella era molto impaurita:
piangeva e belava
in quegli incantati posti.
Ma nell’ora in cui sbandava
si fece coraggio
e si disse: “Andiamo,
pecorella mia,
riprendiamo la via!
Il mio gregge sarà lì,
dietro quel boschetto,
son sicura che è così!
Sento passi avvicinarsi al mio cospetto
Allor che m'appropinquo a quel laghetto:
son sicura che è il pastore
che mi cerca e che mi vuole”.
Affrettandosi a gran passi
tracciò l’erba con le impronte.
Ma... sorpresa! Giù dal monte
non discese alcun pastore!
Non salvezza, ma... stupore!
Spuntò losco dal cespuglio
un gran lupo e nel subbuglio
scatenato in quel bel posto
dell’ovino fece pasto.


Qui finisce la storiella,
ma non senza una morale:
se sei lupo è poco male,
basta attendere il tuo pasto;
ma se pecora tu sei,
non ti allontanare mai
dal tuo gregge cui appartieni
dall’eterno e per le leggi,
altrimenti a morte vieni...
non far sì ch’ei ti dileggi!



Share |


Poesia scritta il 12/02/2016 - 22:57
Da Gabriele Fratini
Letta n.491 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


COME UNA PROFONDA FAVOLA... UN ACUTO DALLA STROFA DI CHIUSA CHE DIVENTA MESSAGGIO DA RECEPIRE... IL MIO ELOGIO E IL MIO LIETO FINE SETTIMANA.
*****

Rocco Michele LETTINI 13/02/2016 - 12:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?