Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Viaggio dentro me st...
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Tracce d\'umanità

Non bastano le luci dei lampioni
a rendere meno tristi i viali deserti
o le tracce di questa umanità
sul dolore.
Luci fredde agli occhi del barbone
ubriaco, nella sua amara dignità.
La notte svela ciò che nascondono
i giorni tutti uguali.
I passi sulle pietre consumate,
ora, sono i miei che cerco di ascoltare,
oltre l’udibile, la sofferenza inutile,
ma è solo il singhiozzo delle ruote
di una valigia… di sogni arresi.
La primavera che sta arrivando è come
una madre, un lembo di terra,
forse una traccia di umanità
da coltivare,
ancora bella da raccontare.


Share |


Poesia scritta il 18/02/2016 - 02:43
Da Francesco Gentile
Letta n.462 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


Ohi... carissima Maria, che bello sentirti. Ma, in quanto ai sogni... aprirò ancora la valigia.. per asciugarli al sole della primavera.. chissà, potrebbe uscirne ancora qualcosa di buono.. Un bacione.. Ciao

Francesco Gentile 19/02/2016 - 09:47

--------------------------------------

Ciao Salvo.. leggendo il tuo commento, mi vengono in mente quelle amicizie giovanili, quando ci si spartiva il sonno e tutto il resto... ebbene, peccato che siamo distanti, altrimenti di ospiterei volentieri a casa mia, a bere del buon vino fatto in casa, fino a ubriacarci completamente e senza ritegno... ahaha. Comunque se ti capita di passare da queste parti... fammelo sapere. Ciao Salvo, felice giornata

Francesco Gentile 19/02/2016 - 09:42

--------------------------------------

Ohi carissimo ciao..come sei profondo e riflessivo questa sera...Francy riprendi tutti i tuoi sogni ti prego..non ti arrendere...dai vita a quei tuoi sogni infranti...e che ti auguro di cuore una primavera per come tu la desideri...perche lo meriti.... per adesoo ti lascio il mio abbraccio e che sia per te una buona e serena notte.ciao

Maria Cimino 18/02/2016 - 23:44

--------------------------------------

Caro Francesco,
stavo perdendo l'occasione d'una bellissima ubriacatura, così mi sono sentito dopo la lettura. Tra l'altro l'invito ad attendere con fiducia la rivitalizzante stagione, simbolo di nuova energia positiva come la madre. Tu, poeta, hai saputo cantare con un linguaggio nuovo e con l'innesto di nuova pianta dal sapore della novità. 5*

salvo bonafè 18/02/2016 - 22:06

--------------------------------------

Irripetibile poetica,
versi sublimi
Paradiso
per te
Francesco

Paolo Ciraolo 18/02/2016 - 18:46

--------------------------------------

Grande forza impressionistica. Il tono sale col passare dei versi in un crescendo che non si può interrompere. Molto colpito dalla "valigia di sogni arresi". Complimenti.

Valerio Poggi 18/02/2016 - 18:30

--------------------------------------

Ciao Sabry, Graziew del commento. Sì, ci sono emozioni come la malinconia difficili da spiegare... ma chi la conosce ne è affezionato,
un po' come noi, e allora ci si capisce anche senza parlarne. Perché cercare ancora tracce d'umanità? Forse... non c'è, veramente, altro da fare. Il cammino di un uomo, o una donna, può essere deciso da molti fattori, ma il senso di vuoto d'umanità, quello, non può essere una scelta... per questo forse continuiamo a cercare..

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:40

--------------------------------------

Grazie a Rocco Michele Lettini e Teresa Giulino, per i graditissimi commenti e le parole di apprezzamento... Felice serata

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:31

--------------------------------------

Caro amico Renato Granato, che dire? Il tuo commento vale più dello stesso componimento. Sei perspicace, analitico e riflessivo. E' bello condividere pensieri, dire la propria e, per quanto mi riguarda, mi piacerebbe sentire anche pareri critici - nel merito. Sarebbe auspicabile per la crescita di ognuno. Il "singhiozzo delle ruote" è tratto dal ricordo di una stazione dei treni, mel cuore della notte, ove l'unico suono era quello delle ruote della mia valigia... Grazie di vero cuore Renato. Ciao e a presto

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:28

--------------------------------------

Ciao Sabrina, c'è dolcezza persino nei tuoi commenti. Grazie.. Un saluto affettuoso

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:16

--------------------------------------

Carissima Nadia, grazie del bel commento. Sì, la primavera arriverà... come sempre. Un abbraccio affettuoso

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:15

--------------------------------------

Ciao Giovanni, Grazie! Il mondo va avanti come sempre, e una voce nel buio non fa la differenza. esprimere noi stessi forse lo è... almeno per il nostro sentire. Ti saluto con amicizia..Un abbraccio

Francesco Gentile 18/02/2016 - 16:12

--------------------------------------

Francesco è davvero bella....personalmente mi ha commosso...è bello cercare tracce d'umanità....perchè non so tu ma io fatico sempre più a trovarne....

Sabry L. 18/02/2016 - 15:31

--------------------------------------

Bella descrizione riflessiva che si chiude con la speranza di nuovi giorni più felici ciao Francesco

Teresa Giulino 18/02/2016 - 14:29

--------------------------------------

Aspettando nuova primavera: ecco un sequelar profondo quanto verace. Encomiabile il tutto. Lieta giornata Francesco.
*****

Rocco Michele LETTINI 18/02/2016 - 12:31

--------------------------------------

Una fotografia realistica del mondo che non alimenta soverchie illusioni ma, sullo sfondo, il rifugio nella natura in veste di primavera imminente: la sola nostra speranza può esere un ritorno alla semplicità della natura!
Trovo i tuoi versi ancora favolosi Francesco, e non è piaggeria!
"A ogni buca, m'insegue il singhiozzo delle ruote": una frase che secondo me non era ancora venuta in mente a nessuno

Renato Granato 18/02/2016 - 12:29

--------------------------------------

Riflessivo decanto Francesco, giorni tutti uguali ma, la primavera arriva a dare una nuova dignità. Metafora bellissima. Piaciuta ti abbraccio con affetto

Sabrina Marino 18/02/2016 - 10:33

--------------------------------------

Bella poesia malinconica e veritiera, che fa molto meditare. Sì arriverà la primavera, speriamo per tutti, anche per i più bisognosi
Un abbraccio e grazie per le tue riflessioni da persona sensibile, profonda e generosa
Un abbraccio
Nadia
5*


Nadia Sonzini 18/02/2016 - 10:13

--------------------------------------

L'abbandono degli ultimi, l'indifferenza di tutti.
Un mondo che va avanti come sempre.
È suggestivo il tuo tena Francesco e mi porta a riflettere.
Bella la stesura della poesia.
Complimenti.
Buona giornata

Giovanni Santino Gurrieri 18/02/2016 - 08:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?