Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ci siamo ritrovati...
DI NOTTE...
Deriva d'orgoglio...
Sapore...
Un giorno per sempre...
Passione luminosa...
Bisogna fare di tutt...
Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

della morte

Il maestro:
un signore attempato
che ogni giorno
ci chiama all’appello.


Ogni tanto qualcuno
si assenta
è scappato in giardino:
non ritorna tra i banchi.


Il maestro scrive il nome
sul registro di marmo
tra primule e viole, nel prato
lo conferma e promuove.



Share |


Poesia scritta il 24/02/2016 - 22:51
Da Giuseppe Vecchi
Letta n.283 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Lucio,
è che non seguo spesso questo sito. La tua l'ho letta solo dopo il tuo commento.
Giuseppe

Giuseppe Vecchi 26/02/2016 - 21:24

--------------------------------------

HOLA GIUSEPPE Il mistero ci affascina ...anche se la morte la vediamo tutti i giorni sulla nostra terra, mi ha incuriosito come tu l'abbia fatta entrare in una scuola con un maestro che autografa lapidi....particolare! Gracias per aver gradito la mia "il diavolo e la morte" potevi lasciarmi un segno del tuo passaggio!? Ho notato che ho avuto un sacco di visite, ma ciò che mi gusta sono le vostre opinioni. Ok sarà per un altra volta Hola

Lucio Del Bono 25/02/2016 - 22:23

--------------------------------------

Ciao Lucio,
la morte è sempre un bell'argomento, carico di per se di spunti poetici, forse perchè dopo di lei non c'è più spazio per la poesia. Mi è piaciauta molto la tua Il diavolo e la morte.

Giuseppe Vecchi 25/02/2016 - 22:10

--------------------------------------

HOLA GIUSEPPE Povera categoria dei maestri....che dopo averci insegnato la vita ce la tolgono!? Già la morte non guarda in faccia a nessuno neanche ai maestri.

Lucio Del Bono 25/02/2016 - 11:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?