Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

VERSI CHE INCIAMPANO

Versi modesti, rifluiscono
veloci dal
tappeto greve delle mie
riflessioni.
Io non me ne
capacito: l'insana e inconsulta
tentazione di urlare a
cielo aperto il tuo
dissidio, e
pentirsene immediatamente
dopo.
Cos'è che ci
inganna, amico mio?
Perché ascolti
ancora: questa prosa fraudolenta, che si
nasconde dietro uno scorrere
interrotto?
Frasi rotte, che
chiamiamo versi; non
sono forse un singhiozzo strozzato da un
impeto che soggiunge?
non sono forse una grammatica
rabberciata? bricolage di
aggettivi dagli
inediti
significati?
Non siamo noi i
veri demiurghi di questi
osceni significanti?


Share |


Poesia scritta il 24/03/2016 - 12:54
Da Giuseppe Centamore
Letta n.255 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Ciao Giuseppe dimmi chi è che non inciampa nel percorso della vita..sapessi quante volte inciampo io.. bella e molto espressiva questa tua poesia.. complimenti.. e auguri di una serena santa Pasqua. anche alla tua famiglia. ciao.

Maria Cimino 24/03/2016 - 23:36

--------------------------------------

CHIARO ET SUPERLATIVO L'INTERROGATIVO ALLA TERZINA DI CHIUSA...
UN MEDITATO QUANTO OCULATO VERSEGGIO.
*****

Rocco Michele LETTINI 24/03/2016 - 18:45

--------------------------------------

Grazie mille del commento positivo.
Saranno questi giorni un po' così che me l'anno ispirata: giorni in cui inciampo :)

Giuseppe Centamore 24/03/2016 - 18:19

--------------------------------------

Ciao!
Davvero molto bella questa poesia! È complicato comporre una poesia su quello che significa "fare poesia", ma tu ci sei davvero riuscito benissimo. Hai molto talento! Sei diretto, anche e soprattutto attraverso le domande. L'immagine che dai dei versi è molto particolare! "singhiozzo strozzato", "frasi rotte"...fantastica! Siamo noi i demiurghi? Che bizzarri sentimenti che ci animano :)

Rossella Carmignano 24/03/2016 - 16:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?