Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissą se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore č come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Pasqua Straniera

E' Pasqua,ed io non sento le campane,
e' Pasqua,e non vedo stringersi le mani,
e nel cielo non vedo le rondini
i cui stridii infestano 'sti giorni.


E' Pasqua,ed io non vedo i verdi prati
su cui i bambini colgon margherite,
e le genti vi riposano serene
come ad indicar ch'e' giorno di pace e non di pene.


Allora mi domando con premura,
se per caso non sia parte di 'sto mondo,
e quasi quasi mi metto un po' paura
al punto di sentirmi mezzo tonto!


Ma alcune voci dal cortil mi destano,
le cui parole posso a stento capire,
poiche' la lingua che lor genti parlano,
non e' la stessa con cui io sto a dire!


E cio' mi riporta indietro alla realta',
la mia mente lontana se n'era andata fiera!
E mi fa capire dove e a che punto sta,
e mi dice: Sveglia! Questa e' Pasqua Straniera!!!



(Nostalgie d'Emigranti) Vincenzo Cirelli



Share |


Poesia scritta il 25/03/2016 - 00:16
Da Vincenzo Cirelli
Letta n.450 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


UN RIFLESSIVO QUANTO OCULATO VERSEGGIO...
IL MIO AUGURIO DI UNA SERENA E SANTA PASQUA A TE E AI TUOI CARI DA SEMPRE.
*****

Rocco Michele LETTINI 25/03/2016 - 21:16

--------------------------------------

Versi attuali e veri! Velata di nostalgia e molto bella, buona giornata e buona Pasqua!

Chiara B. 25/03/2016 - 10:08

--------------------------------------

Molto bella ed anche tristemente vera!
I cuori con sanno pił vedere la bellezza del creato, non si protendono pił verso gli "altri", sono racchiusi nella loro "meschinitą"! Che la Pasqua porti una nuova vita a tutti!

Patrizia Bortolini 25/03/2016 - 07:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?