Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La speranza nel dolore

Mi sento inghiottito
da questo tempo crudele
che tormenta la mia anima
fino allo spasimo
e non mi da tregua.
Livore in viso
e inferocito come
un animale in gabbia,
mi libero dalle grinfie
di chi mi vuole annientare
e,provo a scappare.
Lontano dal tempo
e da tutti,
solo con me stesso e
con in tasca qualche sogno
da realizzare e una mezza vita
ancora tutta da inventare!
Non so dove andrò
né con chi,
forse...seguirò
le onde del mare e
da esse mi lascerò cullare,
mentre i pensieri solcano
queste infinite acque,
approdando su spiagge sconosciute...


Share |


Poesia scritta il 02/04/2016 - 01:16
Da Teresa Giulino
Letta n.396 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


bella, la speranza c'è

E. SCARPA 03/04/2016 - 22:05

--------------------------------------

Teresa cara la tua poesia la trovo profonda..e assai espressiva.. nonostante c'è sofferenza..si rimane sempre aggrappati alla speranza di riuscire a realizzare ciò che ancora si desidera..che bello sai dare coraggio e questo è una grande cosa che un'animo sensibile come il tuo riesce a fare... Ti abbraccio forte e ti auguro una serena notte. ciao carissima amica.

Maria Cimino 02/04/2016 - 23:40

--------------------------------------

UNA SENTITA QUANTO MALINCONICA SEQUELA...
ATTIMI SOFFERTI DI TANTI... IN RIFLESSIVI ET LECITI VERSI...
LIETO SABATO SERA
*****

Rocco Michele LETTINI 02/04/2016 - 18:07

--------------------------------------

Teresa molto bella lode lode *****

POETA DELL'AMIATA LUPO DELL'AM 02/04/2016 - 17:52

--------------------------------------

Poesia molto malinconica. Un dolore interiore che trova alla fine una via d'uscita: una lieve speranza.
Mi piace particolarmente la chiusa che ci trasporta dolcemente verso un futuro ovviamente al momento sconosciuto
Molto brava
Nadia
5*

Nadia Sonzini 02/04/2016 - 15:11

--------------------------------------

La speranza per un cuore che soffre, diventa ribellione e cammino di vita in altre sconfinate praterie...Molto bella Teresa un abbraccio forte...buon sabato

margherita pisano 02/04/2016 - 15:04

--------------------------------------

Molto espressiva... introspezione lancinante. Chi può dire di non averle provate queste sensazioni di soffocante progionia? Per fortuna... o per il più grande dei doni, possiamo reagire, anche se con fatica, i nostri sogni e sentirci anora liberi. Sono tremende le catene che imprigionano la mente. Sempre molto brava Teresa.. Felice giornata

Francesco Gentile 02/04/2016 - 10:12

--------------------------------------

Lodevole poesia, in versi armoniosi. Complimenti Teresa

Paolo Ciraolo 02/04/2016 - 10:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?