Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Magiche pietre

Vado spesso a visitare i siti nuragici per capire da dove provengo, e ne rimango sempre affascinata ma sopratutto incantata, come se si fermasse il tempo e i miei pensieri si volatizzassero.
Non succede solo a me, naturalmente, tanto che questa capacità che hanno alcune pietre di rigenerare il corpo e lo spirito sono oggetto di studio.



MAGICHE PIETRE


Il bosco silente è la mia dimora
dimentica del mondo e della paura
vago come una fata leggera
e accarezzando i robusti sugheri
mi imbevo la loro antica e pura linfa
che rinsalda ogni filo con la storia.
Sfioro il muschio delle pietre, vive
schierate in attesa che io ascolti
la loro misteriosa memoria,
dono di magica pace e nuova energia
che fluiscono in queste ore senza tempo,
rinnovando il sangue nelle mie radici.
Mi abbandono alla quiete
vestendomi d’aria incantata
custodita dall’arcaico silenzio
e cullata dalla voce delle pietre
mi arrendo, fata imperfetta
figlia di questo sortilegio.


Millina Spina, 30 Maggio 2016



Share |


Poesia scritta il 30/05/2016 - 21:37
Da Millina Spina
Letta n.283 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Un doveroso ringraziamento a tutti voi per il prezioso attimo dedicato all'ascolto di queste magiche pietre.
Salvo, fratello poeta che riesci a commuovermi con i tuoi delicati versi;
Nadia, sempre presente e dall'entusiasmo contagioso;
Patrizia Bortolini, per aver condiviso con un ampio e puro respiro un pò della mia storia;
Patrizia Brogi, per essere entrata in sintonia con la magia che ho vissuto;
Sabry L, essa stessa fatta di magia;
Ugo, conciso ma catturato dal sortilegio;
Lupo, perché sa che le fate esistono;
Antonio, per aver vissuto l'arcana esperienza;
Donato, che si è fatto cullare dalla meraviglia del luogo;
infine Margherita, perché sa di cosa parlo.
Un grazie di cuore e se vi capiterà di visitare questi luoghi, ascoltateli.
Sapranno dirvi, e darvi tanto!
Ciao!

Millina Spina 01/06/2016 - 13:00

--------------------------------------

Un canto che sento giungere a me nel profondo del cuore, perché come te so bene cosa trasmettono le magiche pietre...Nel silenzio si ascolta, rumori soavi di tempi lontani di storie di fate...Magiche musiche suonano ancora, sei Millina una splendida Fata/Poetessa Bellissima!

margherita pisano 31/05/2016 - 19:54

--------------------------------------

Che meraviglia! veramente bella complimenti 5*

donato mineccia 31/05/2016 - 18:15

--------------------------------------

Conosco i nuraghi,mi hanno sempre affascinato perché custodi di storia millenaria.Con questi versi li hai esaltati donandogli rinnovato splendore.brava.

antonio girardi 31/05/2016 - 12:42

--------------------------------------

be hai scritto un capolavoro Millina essendo uomo di macchia ti devo dire che vorrei incontrar quella fatina molto bella 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 31/05/2016 - 12:37

--------------------------------------

Affascinante, non altro.

Ugo Mastrogiovanni 31/05/2016 - 11:31

--------------------------------------

Che bella fata...ti vedo svolazzare mentre ti scrivo queste parole..Amo le poesie magiche e questa lo è...

Sabry L. 31/05/2016 - 11:04

--------------------------------------

Magica! Complimenti Millina...

patrizia brogi 31/05/2016 - 10:39

--------------------------------------

Splendida! Un incanto fatto di silenzio, fato, antichità, storia, mistero, natura... Trasportata in un altra dimensione... un ampio respiro...

Patrizia Bortolini 31/05/2016 - 09:35

--------------------------------------

Molto bella! sei proprio una fata cara Millina. Brava!
Un abbraccio affettuoso
Nadia
5*

Nadia Sonzini 31/05/2016 - 09:12

--------------------------------------

Questo soave canto
d'una Millin sognante
che vaga lì nel bosco
tra pietre della storia.
Tu sei Millina,
Spina dei nostri cuori,
romantica e cogente
le lacrime son niente
non portano dolore
perchè tu sei bellissima
e porti solo amore.

salvo bonafè 31/05/2016 - 08:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?