Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...
IL POETA COLTIV...
Dal diario di una pr...
Prendetevi una pausa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tuo padre

Danzano caratteri arial di dimensioni incerte,
apparizioni in grassetto, pigre, compongono paesaggi ortogonali.
Sempre gli stessi.
Guardiani precari predispongono l’aborto dei popup,
che sono malintenzionati come capita spesso.
Ho paura e te lo confesso mentre placidamente faccio altro.
Non ho semafori rossi da offrirti,
pause anonime per stenderci qualche secondo
e simulare abbracci di circostanza.
Certe onde ti battono che è proprio strano
immaginare di ristare in piedi dopo.
Ti vedo già che denunci vomitando gli egoismi
mutanti di questa accidia postmoderna.
Non ho argomenti da contrapporre
né attese di cieli da scongelare.
Semmai canzoni mute,
analcolici girotondi intorno all'abisso.
Roba già vista per quel che ne sappia,
SOLO RIMETTI IL SILENZIO DENTRO LA MIA TESTA.
La schiuma bianca di mari senza acqua in cui affondare,
ridammi la pittura vuota e senza graffi della noia.
Non ci sei ancora ma ti amo troppo già,
tanto da piegarmi per i rumorosi conati di terrore
che poi, lo sai, la fame svanisce.


Share |


Poesia scritta il 10/06/2016 - 15:22
Da Alessandro Carciola
Letta n.290 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Ciao Alessandro insieme al mio amico Salvo ti do anch'io il ben venuto qui ad oggi scrivo. ciao.

Maria Cimino 10/06/2016 - 22:36

--------------------------------------

Benvenuto anche a te.
Fai un uso abbondante di metafore che non mi hanno fatto capire nulla.
Ma è soltanto colpa mia.

salvo bonafè 10/06/2016 - 21:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?