Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tuo padre

Danzano caratteri arial di dimensioni incerte,
apparizioni in grassetto, pigre, compongono paesaggi ortogonali.
Sempre gli stessi.
Guardiani precari predispongono l’aborto dei popup,
che sono malintenzionati come capita spesso.
Ho paura e te lo confesso mentre placidamente faccio altro.
Non ho semafori rossi da offrirti,
pause anonime per stenderci qualche secondo
e simulare abbracci di circostanza.
Certe onde ti battono che è proprio strano
immaginare di ristare in piedi dopo.
Ti vedo già che denunci vomitando gli egoismi
mutanti di questa accidia postmoderna.
Non ho argomenti da contrapporre
né attese di cieli da scongelare.
Semmai canzoni mute,
analcolici girotondi intorno all'abisso.
Roba già vista per quel che ne sappia,
SOLO RIMETTI IL SILENZIO DENTRO LA MIA TESTA.
La schiuma bianca di mari senza acqua in cui affondare,
ridammi la pittura vuota e senza graffi della noia.
Non ci sei ancora ma ti amo troppo già,
tanto da piegarmi per i rumorosi conati di terrore
che poi, lo sai, la fame svanisce.


Share |


Poesia scritta il 10/06/2016 - 15:22
Da Alessandro Carciola
Letta n.211 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Ciao Alessandro insieme al mio amico Salvo ti do anch'io il ben venuto qui ad oggi scrivo. ciao.

Maria Cimino 10/06/2016 - 22:36

--------------------------------------

Benvenuto anche a te.
Fai un uso abbondante di metafore che non mi hanno fatto capire nulla.
Ma è soltanto colpa mia.

salvo bonafè 10/06/2016 - 21:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?