Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Quei due che non era...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...
Ah, l'amour......
O il babbo...?...
L' Ancora Di Salvezz...
La retta via...
L'oscuro contadino (...
Sangue e Jack Daniel...
Calessi...
La pulizia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Resistere

Tra l’assenza e la sua sete ho deciso di resistere
Le onde chiassose avrebbero smesso di violentare il mare.
Solo pioggia molesta
quando fuori è un trionfo sfacciato di mezze misure,
Solo vertigini dal sospiro breve
mentre tu vorresti precipitare davvero,
Solo valanghe di cenere finissima
capaci al più di carezze sporche,
Solo materia di scarto
ai margini di un buco nero che deflagra un attimo prima,
Solo il pianto serioso di attrici pagate a cottimo
per un funerale senza dolore da svendere.
Solo avrei voluto lo spettacolo disperato tutto sangue e carne che strepita,
un addio coi fiocchi avrei sognato.
Solo questo madre.
Ma già rimbombano gli echi striduli ad irridere ogni intenzione.
Sono bestia entomologica,
macchia insulsa che cola e si appiccica.
E allora paziento e resisto
Che la sete e il suo silenzio passeranno.
E finalmente potrò morire e dimenticarvi.
Tutti.


Share |


Poesia scritta il 13/06/2016 - 11:47
Da Alessandro Carciola
Letta n.197 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Molto efficace e penetrante, direi intensa crudezza. E mi piace per come arriva diretta come uno schiaffo al cuore, almeno al mio...

Sabry L. 13/06/2016 - 16:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?