Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Storia di un ragazzo del nuovo millennio

Mi son tolto le vesti di Dio
da buon ribelle quale sono.
Son rimasto solo, con il torace
consunto dal freddo.
Mi son tolto le vesti di dio
da buon conformista e ipocrita quale sono.
Erano vesti diafane e leggiere,
come un velo di lacrima su un occhio scuro
e livido, erano vesti fuori moda,
da abbinare alla pelle olivastra e rassegnata.
Mi son spogliato, ed ho
vagato per il mio pensiero, ho battuto
come una puttana
tutte le strade della felicità.
Ho viaggiato su mari di violenza,
spumosi e verdognoli. Ho letto
le strane parole della pioggia
sulle rocce. Ho bevuto fino a vomitare.
Ho ucciso me stesso.
Ho visto una strana e bellissima
donna, aveva al posto del viso
un cratere di sangue e lava.
Solcava la sabbia
e creava ruscelli: l'ho lasciata lì.
Ho visto l'infelicità degli assassini
riflessa nei miei occhi.


Ora vado, fra le sfumature
azzurre e violette dell'aurora,
in cerca d'un Volto
in tutta quest'Esistenza.



Share |


Poesia scritta il 28/06/2016 - 17:40
Da Antonio Rossi
Letta n.199 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


SAGGIO ET ACUTO VERSEGGIO COSTRUTTO DILIGENTE PENSIERO POETICO.
LIETA GIORNATA ANTONIO.
*****

Rocco Michele LETTINI 29/06/2016 - 04:55

--------------------------------------

devo dire apparte la veste di Dio è una splendida poesia bravo 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 28/06/2016 - 18:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?