Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ogliastra...
un fu sfogo...
Chiedilo alla luna...
La Vita è ci......
Fatalità...
Il bimbo di Hiroshim...
A Citra...
Falce di luna e d'om...
Madonna mia !...
L' ODIO E' UNA LU...
IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Sensualmente parlando

Perché lavorare se almeno una volta
abbiamo assaporato l'odore
osceno e stupefacente della gravità,
perché disegnare se il confine
tra la bocca e il naso
non disegna la realtà
ma solo il canto superbo
di oziosissimi baci.
Ancora ed ancora
è da prendere con cura
il lusinghiero aspetto
d'un sole riflesso sopra l'impronta
gentilissima d'un piede
da calpestare quando prepotente
si fa strada fin sulla collina
il riecheggiare malizioso,
che poi lascia sfiniti,
d'un rosso, sfatto tramonto.


Share |


Poesia scritta il 25/07/2016 - 19:58
Da Luca Falangone
Letta n.397 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Versi affascinanti, per l'abilità dei versi, penetranti,oppure non so dire.. Ma percepisco l'inquietudine propria di un animo sensibile capace di scrutare nelle pieghe nascoste dell'esistenza. Insomma, una bella poesia.

Francesco Gentile 26/07/2016 - 08:43

--------------------------------------

Sensualmente straordinaria direi...
IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA GIORNATA LUCA.
*****

Rocco Michele LETTINI 26/07/2016 - 08:31

--------------------------------------

A volte, come in questo caso, non capisco niente della poesia. Ma rimane (parlo di me) sulla pelle, qualcosa di forte e di bello, che mi attrae. Questo mi capita leggendo questo tuo componimento.

Valerio Poggi 25/07/2016 - 22:39

--------------------------------------

Sensualmente parlando è bellissima
la tua poesia ciao Luca complimenti.


A te un'abbraccio ciao.


Maria Cimino 25/07/2016 - 21:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?