Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Istanti.

Le tue docce
sono sempre troppo lunghe - mi dicevi -
e non comprendo
tutto quello scivolare e cascare d'acqua.


Vedevo nell'acqua lampioni scuri scuri
accesi nella strada umida
e buia:
lucevano in una bronzea e tetra cascata di luce.


Era la Notte. Le macchine
sfrecciavano in questa città distrutta
come insetti. Morivo nella Notte:
solo tu a parlarmi, a tenermi
compagnia per non farmi impazzire
nella malinconia.


Sei morto: reinserito in quel latrato
universale. Sei morto
ed il solo campanile verde e azzurro e grigio
è crollato, prostrato di fronte al Sole.


E le mie docce son sempre più vaporosamente
lunghe, e tutto quel lungo sciabordare
e cascare d'acqua, in effetti,
non lo comprendo affatto
neanche io.


Non m'hai mai amato affatto.


(Nelle chiacchere d'un bar svanisce
il mio trasognato e muto e triste amore.)



Share |


Poesia scritta il 04/08/2016 - 03:37
Da Antonio Rossi
Letta n.208 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


BELLA MALINCONICA SPLENDIDI PENSIERI

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 04/08/2016 - 13:35

--------------------------------------

Malinconici pensieri e riflessive emozioni *****

ANNA BAGLIONI 04/08/2016 - 11:00

--------------------------------------

Suggestiva. Sentimenti ed emozioni contrastanti... molto incisiva la chiusa.. Piaciuta

Francesco Gentile 04/08/2016 - 10:13

--------------------------------------

Un sentito quanto esplicito decanto. Dalla nota in chiusa l'avallo per sì cotanto riflessivo sequelar.
Lieta giornata Antonio.
*****

Rocco Michele LETTINI 04/08/2016 - 09:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?