Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
HAIKU N2...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L'uomo fatto di stra...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...
Attitudine naturale...
Poesia d'Amore...
Angeli distratti...
HO AMATO...
DEMOCRAZIA di Enio 2...
...e tutto muove...
Esecuzione Capitale...
Di più...
Pianeta...
DOLCI OCCHI TUOI...
requiem...
Prima che sia giorno...
IL PENSIERO...
Onde d\'amore...
L'ultima salita...
Rime allucinate...
Domani verrà...
Te stessa......
Resilenza...
Femme fatale...
FELINO...
Labbra Rosse...
AMICA POESIA...
Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Niente da dire

Niente di nuovo che non sia già stato
fatto, scritto, detto, trito e ritrito.


proporrei forse della sana retorica
per accattivarmi la simpatia dei benpensanti:
mi presenterei a posto davanti alla coscienza.
magari imbratterei una pagina bianca
con l'inchiostro spruzzato dalla mente,
come una seppia, che fulminea guizza via
dietro una coltre nera.
oppure impugnerei un pesante martello
a scandire scioccanti parole,
per spaccare in due la noia del lettore;
come il guscio d'una noce di cocco,
avido ne mangerei, poi, la polpa d'un momento.
direi che a volte restare soli
non è una scelta ma un'amara conseguenza,
d'occasioni mancate, di conoscenze sbagliate,
d'opportunità sprecate,
e che certi treni ahimè, passano una volta sola.
oppure accamperei che un precipitoso giudizio
può rivelarsi un boomerang, che se non stai attento,
a tua insaputa, ti ritorna tra capo e collo.


invece no, niente di tutto questo, in realtà
voglio solo accertarmi che vivo, destarmi,
darmi un pizzicotto,
evadere dall'angusta prigione dell'evidenza,
quella dei fallimenti.
quindi non ho niente da dire,
per non dare di me un'immagine distorta
per non soffocare con una lenta agonia
la sofferta gestazione di questa poesia.



Share |


Poesia scritta il 04/08/2016 - 13:15
Da Antonio Tanelli
Letta n.242 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Esaustiva quanto diligente poesia: pregnante di realtà e di mirabili riflessioni.
Lieta serata.
*****

Rocco Michele LETTINI 04/08/2016 - 17:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?