Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Non disturbare

Elimino l'intralcio
che si frappone fra me e la felicità.
Non val la pena disturbare,
seguitar nell'offesa
sciupando il mio sole giallo.
Se mi torci le gambe
avrò ali per raggiungere i più alti sogni
che miri al tuo bersaglio
per troncarli sul nascere.


Forse non sai che vivo grazie
alla forza audace del mio vital impeto
e la tua provocazione
è inutil sfida,
per te un pugno contro l'aria
ti fa perder l'equilibrio.


Sei caduto in basso,
arrenditi alla sciocca testardaggine
di rovinare l'altrui vita,
giacché hai reso la tua empia ed infernale,
prossima alla fine.


Ti si ritorce il male e pur t'ignoro,
uomo fasullo d'ignobil fattura
d'infimo grado degenere,
creato ad impiccio
per infastidire e arrecar danno,
vivrai per sempre
nel marciume della tua consistenza,
anima nera
impigliata ai rovi di una vita spinosa
che dà frutti amari e avvelena
nel profondo vuoto esistenziale.



Share |


Poesia scritta il 11/08/2016 - 18:29
Da daniela dessì
Letta n.249 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


UN ESAUSTIVO QUANTO ESPLICITO POETAR.
IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA GIORNATA.
*****

Rocco Michele LETTINI 12/08/2016 - 08:51

--------------------------------------

mamma mia lo hai reso uno straccio far del male non è mai una vittoria a tuo dire è una vera sconfitta per lui
5* bella e severe le parole

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 11/08/2016 - 21:35

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?