Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

mestissima notte

Quando il leon ormai stanco ritira i suoi artigli e il sol dal segno lascia il,passo alla veniente vergine
Fu il di del gran fatto!
Nel,punto in cui l appennin si distende
E le regioni governa
La terra si squasso per sua legge!
Notte silente e placida luna
Che nel ciel con l altre stelle
Ci fate cantar note di stupore
Mute guardaste tanto dolore
F u il di' festoso nel paese antico
Co sue viuzze nascoste
E rocciosi casolari
Gia correvan per le strade
I bambini d' allegra natura
Tutto s' allestiva per lieta vita.
Ma. Fu li il dolente inganno
Mirfeo traghettar. I dornienti,a
Infelice affanno!
Nelle ore soporose s arriccio
Si contrae come dolor
Il ventre d italia
Quasi a piegar se stessa
E la gente in seno!
Allor un sull altro i tetti
Le lenzuola strinse la vecchiarella
Nell ultimo respir che
L amate mura ammette!
Sposi d unico amor
Come poser l anello
Or son,pronti all avello!
Avesti bacio della mamma
Pargol l ultima notte in questa valle
Singulti e sospiri tra. Le case
Scarne poi l ultima voce tace
Ah matrigna natura
Ritira le tue brame
Perche tanto infieristi
Sull anime brave?
Tu che generi vita ivi partoristi morte
Anrica colpa commissero ai tuoi
Occhi?
Mille e piu di mille s. Affannaron a ridar luce a quei corpi
Dalle pietre amare
Sull altar versaron sangue
I miserrimi
Vedi loro tra gli onesti
Bella patria. Nutrili
Aggiungili. Quinci alla corona della tua gloria


Share |


Poesia scritta il 25/08/2016 - 12:31
Da corrado cioci
Letta n.271 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bella complimenti

Sildom Minunni 25/08/2016 - 14:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?