Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

VECCHIO

VECCHIO
Vecchio passi le giornate seduto
all’ombra del folto castagno,
seduto su quella sedia impagliata,
sonnecchi appoggiato alla spalliera.


Passano i giorni, il tempo via vola,
contempli i tuoi ricordi su quella sedia,
la testa appoggiata sulle conserte braccia,
passi la tua triste e dolorosa giornata.


Il sole scende rapido oltre la collina,
non è più tempo di stare all’ombra,
la sera pian piano si avvicina e raffresca,
di rientrare è tempo e intorno guarda.


Ti alzi con la lentezza di un bradipo,
gli acciacchi li senti tutti, le ossa son tante,
muovi i primi passi traballando,
ti incammini verso la tua vicina casetta.


Ti fermi stabile sulle gambe e fissi il cielo,
sembra dica cosa aspetti, prendimi Dio,
chiudimi gli occhi e coprimi del tuo velo,
lei è con te, mi sta aspettando son sicuro.


Anche questa giornata lunga è passata,
pensi alla tua sposa, lassù Dio l’ha chiamata,
mangi qualcosa per zittir lo stomaco,
pian piano porti nel tuo letto le doloranti ossa.



Share |


Poesia scritta il 05/09/2016 - 12:35
Da GIANCARLO POETA DELL'AMORE
Letta n.293 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Tristemente vera, un elogio al tuo nobile pensiero 5*

donato mineccia 05/09/2016 - 20:15

--------------------------------------

fratello lo sai che hai ragione, l'altro ieri mi hai messo paura con quell'arrivederci mi ha intristito per fortuna sei sempre al pezzo, comunque a pollastrelle quando vuoi sono sempre pronto

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 05/09/2016 - 17:58

--------------------------------------

Fratello,
ti sono vicino. Ma che fine ha fatto la nostra baldanza? Eravamo ieri due valenti moschettieri.Ritroviamo insieme la strada dell'avventura e andiamo in cerca di fresca pastura.

salvo bonafè 05/09/2016 - 17:52

--------------------------------------

Delicatissima e profonda poesia.
Molto bella
Un abbraccio
Nadia
5 stelle

Nadia Sonzini 05/09/2016 - 17:17

--------------------------------------

...volevo dire "dolore nel fisico e nell'anima."

Millina Spina 05/09/2016 - 16:56

--------------------------------------

Purtroppo è la condizione di molti vecchi, fatta di stanchezza, dolore nel cuore e nell'anima, solitudine e speranza che tutto finisca presto.
Molto triste, Lupo, ma molto vera.

Millina Spina 05/09/2016 - 16:55

--------------------------------------

LUPO....poesia molto bella e significativa disegna le ormai tristi giornate dell'ultima stagione dell'uomo....scritta bene ma riempie il cuore di tristezza, l'augurio che faccio a tutti di quell'età è di trovare ancora la gioia nelle cose e l'attenzione dei propri cari. Combattendo la solitudine si può ancora sorridere......Ciao Lupo serio!!!! 5*

mirella narducci 05/09/2016 - 16:27

--------------------------------------

Quartine forgiate con maestria circa la carta d'identità dell'ansante vecchio.
Lieto meriggio.
*****

Rocco Michele LETTINI 05/09/2016 - 15:38

--------------------------------------

un pochetto triste 5*

Mary L 05/09/2016 - 15:25

--------------------------------------

Attenta, profonda e carica di solitudine... 5*, buon pomeriggio!

Chiara B. 05/09/2016 - 15:22

--------------------------------------

Opera molto profonda e delicata .5*

Paolo Perrone 05/09/2016 - 15:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?