Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Barcollo...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lā della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchė scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissā se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore č come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In cittā...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Latte - prima parte -

LATTE*



Un cielo di piombo,
il cielo di Pechino,
sopra questa notte
di luci e danze.
tra dita di sambuca
pendono in violetto
i fili delle nostre corde
recondite e segrete,
sono al centro della pista,
tra folle prive di parole
inghiottite in un tremolio
caleidoscopico
di ritmi e colori.


Ti vedo ad un passo da me,
scivoli,
sei un sentiero di
torrenti e seta,
e io ti vorrei solo afferrare
con l'incertezza delle mie
mani, nonostante
le certezze che ho ascoltato
precipitare dalla tua bocca.
Vorrei solo affondarle
nelle rapide dei tuoi istinti
e nelle turbolenze dei tuoi umori,
queste mie mani ferme,
e con loro afferrarti,
tenerti a me, come
un tesoro assopito
tra coltri di fiumi
che io solamente
ho saputo guadare.


Balli
nell'intermittenza
di luci pazze, luci confuse,
luci che giocano e che tornano.
Le tue braccia
sono ali di falena
nell'euforia
di una notte lunga
alla mercč di questa
folle libertā.


Ma io
sono in un angolo d'ombra
nel sipario di un segreto,
solenne nel riserbo,
e da qui
percorro i tuoi passi
solo con l'incedere
del mio sguardo
che aderisce sui tuoi contorni,
che ispeziona le tue mosse,
che non concede margini
o respiro alle tue pulsioni.
Sei il dio della festa,
un lapillo di brio
che scalpita di vita,
che arde di libertā,
centro autonomo
di periferie che
si illudono di appartenerti,
come mi vorrei illudere
io che tu sia solo
e soltanto mio.
( Continua )



* Il "Latte" č una discoteca di Pechino.



Share |


Poesia scritta il 10/09/2016 - 16:08
Da Matih Bobek
Letta n.233 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Un componimento bello e coinvolgente, forte di uno stile espressivo e incalzante. Un piacere leggerti.*****

Francesco Gentile 11/09/2016 - 11:27

--------------------------------------

Mi piacerebbe leggerti di piu! Ho da imparare
Un abbraccio e buon week
5 stelle prese dal cielo di Pechino

Nadia Sonzini 11/09/2016 - 08:35

--------------------------------------

Splendida poesia,veramente particolare!sono colpita dal tuo modo di far poesia.Ho letto altre tue opere che ho sempre trovato raffinate e come sospese in un sogno.Hai una visione onirica del reale ed utilizzi metafore insolite e coinvolgenti
Nelle opere che ho letto ed anche in questa traspare inoltre uno struggimento malinconico che trovo vibrante e che ben rappresenta la condizione umana che molto vorrebbe ma spesso poco riesce ad afferrare nella effimera e sfuggente, come una farfalla,realta'

Nadia Sonzini 11/09/2016 - 08:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?