Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

spettatore

questo teatrino del nulla si concede
sul palco perfetto di chi corre
per sfuggire alla consapevolezza
di non saper camminare.


e quando capita che io mi fermi
per vedere se da oltre la cortina
c'è qualche buon Dio che mi guardi
e con misericordia salga sul palco
a salvarmi -
capita che io trovi un uomo, in silenzio,
sapiente e onnisciente,
seduto sulla schiena del tempo
che mangiando pop corn, piange
mentre assiste alle scenate
- ben recitate, devo dire -
di chi non vuole morire.


'fermati!' ogni tanto sento echeggiare
tra le sedie rosse e vuote del teatro.
E quando mi volto a guardare
trovo quell'uomo -un altro me-
che urla con la voce dei suoi occhi,
un santuario sconosciuto
che attende solo ch'io m'accasci
sulle tende del sipario,
attende solo ch'io mi doni,
per un viaggio dietro la cortina
a testimoniare
il vuoto pieno dei suoi occhi.


continuo a correre sotto la luce
ad illuminare la farsa che conduco
davanti al mio unico spettatore, alto giudice
che piange e mangia pop corn:
nessuno.


a.c



Share |


Poesia scritta il 11/09/2016 - 19:05
Da Ayesha Catalano
Letta n.229 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Uno stato di divertente malinconia, sotto lo sguardo assente di un mangiatore di pop corn. Ciao

salvo bonafè 12/09/2016 - 12:29

--------------------------------------

Molto bella Buona notte
Nadia
5 stelle

Nadia Sonzini 11/09/2016 - 23:40

--------------------------------------

ESAUSTIVA QUANTO METAFORICA SEQUELA ALLA RICERCA DI UN SERENO CHE S'ASSENTA...
CORAGGIO AYESHA...
*****

Rocco Michele LETTINI 11/09/2016 - 23:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?