Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Generale

Generale,


il tuo esercito di soldatini attenti,
è ormai in un recondito angolino della tua memoria
più vivo degli altri, più ancora degli affetti
Lì davi ordini
ora, non sei altro che un anziano
senza stellette, senza autorità


Guardi il cameriere al bar e gli fai cenno
Inaspettatamente, non si mette sull’attenti
ma ti guarda appena e ti dice, con voce ferma,
la fila è lì, deve prima pagare
a te…proprio a te l’ha detto
in altri tempi, la punizione…altri tempi


Eppure, spesso tornano
ma non fanno male
Quando pensi di aver
oltrepassato linee invisibili ed ostili
e ti ritrovi a vederle nitide innanzi al tuo cammino,
allora, sai assolutamente che son tornati
in tutta la loro pienezza
in tutta la loro farsa e quantomai vera misura


I ricordi
quelli perduti e inconfessati
son lì, a dar prova
che esisti e sei esistito
che vivi ed hai vissuto
che tu sia sia stato un Ufficiale o un Contadino
poco importa, sei stato un Uomo


E tu…
spettatore e attore
li trattieni e li lasci muovere
ti giri nel letto e pensi
che, in fondo, siam fatti di questo


Tu, Generale dell’esercito,
ora non sei altro che un Uomo
che raccoglie amore,
se l’ha donato
o tempesta,
se ha vissuto nella sterilità degli affetti
e nell’aridità del potere…effimero….


proprio come il Contadino,
così come l’Uomo



Share |


Poesia scritta il 19/09/2016 - 09:51
Da laisa azzurra
Letta n.300 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Nadia ,
Poeta e Wilobi,
grazie di cuore

laisa azzurra 19/09/2016 - 19:41

--------------------------------------

Certo che la vita prosegue e non importa se hai avuto da fare il generale o il contadino, importante è come sia stato fatto e che si sappia che il raccolto, quasi sempre, minimo raddoppia la semina.Buona serata

Wilobi . 19/09/2016 - 18:38

--------------------------------------

Poesia molto toccante che mi ha commosso
Un abbraccio
Nadia
5 stelle

Nadia Sonzini 19/09/2016 - 16:15

--------------------------------------

molto bella fa riflettere che puoi esser tutto e nessuno

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 19/09/2016 - 13:30

--------------------------------------

Mirella
Rocco e Andrea
si, ma nell'istante in cui l'ho scritta, ho pensato alla livella di Totò.
quanta verità....

laisa azzurra 19/09/2016 - 13:28

--------------------------------------

LAISA...molto bella e toccante....succede agli uomini di un certo spessore una volta in pensione o a casa si avviliscono e il loro rifugio sono i ricordi....E' imperioso reagire magari con un bell'hobby che li induca a sentirsi ancora utili...Stupenda poesia ciao

mirella narducci 19/09/2016 - 12:55

--------------------------------------

Un verseggio che induce a riflettere per quanto diligentemente seguitato.
Brillante giudice della quotidianità stramba, Laisa.
*****

Rocco Michele LETTINI 19/09/2016 - 11:53

--------------------------------------

in fondo dovrebbe essere così ,raccogliere per quello che si è seminato anche se alcune volte...,piaciuta!!!

andrea sergi 19/09/2016 - 10:57

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?