Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
ED È SEMPRE LEI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
E la pioggia......
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
In cerca del caribù...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Cosmopolita Requiem

Vitrei occhi, fari spenti,
brulicano come formiche
zombies,
sbucati dal ventre della città


ricorrenti incubi
ci risucchiano
nella porta della notte:
come una gigantesca bocca
fatta a brandelli,
che sputa sentenze di morte


requiem cosmopolita
si strascina,
nei rintocchi di campane riesumate,
per chiamare a raccolta
i peggiori istinti antropomorfi


congenito dogma
comunemente accettato
l'inumanità della gente,
il pericolo incombe,
con paure in metastasi
a intaccare funzioni vitali


ci strusciano addosso
cadaveri ambulanti,
contagiati da ogni sorta
di cannibalismo,
dove vige la legge
del più meschino,
dove la pace e
l'amore per il prossimo
ormai, non sono altro
che scorie radioattive,
impossibili da smaltire.



Share |


Poesia scritta il 21/09/2016 - 19:08
Da Antonio Tanelli
Letta n.242 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


E che sei Dario Argento? Ne sarebbe fiero di questa poesia.Bellissima

antonio girardi 22/09/2016 - 14:26

--------------------------------------

Grazie a tutti dei vostri preziosi commenti. tutto a posto Maria. volevo solo cimentarmi in qualcosa di nuovo, con un'ambientazione horror, come ben espresso da laisa azzurra. buona giornata

Antonio Tanelli 22/09/2016 - 12:31

--------------------------------------

forte...troppo
un horror in ppoesia
ma scritta "terribilmente" bene
complimenti davvero!

laisa azzurra 22/09/2016 - 11:04

--------------------------------------

Antonio ma per caso hai fatto a botte con il mondo intero? Perchè questa poesia così ombrosa?


Mannaggia a te..mannaggia.. Ma si forse a volte succede che la vita ci mette di fronte a interrogativi così
profondi e spaventosi...


Spero e ti auguro di cuore che siano
solo piccoli momenti che poi passano.


Ti abbraccio ciao.


Maria Cimino 21/09/2016 - 22:03

--------------------------------------

MAMMA MIA CHE PURPURì C'è DA AVER PAURA LA FANTASIA COME A ME NON TI MANCA 5* BUONA SERATA

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 21/09/2016 - 21:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?