Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Comme ll'acqua

Comme ll'acqua je te vurria 'nfonne
E atturnia'
Nun te voglio ammuina'
E nun te voglio fa' nu guaio


Vurria trasi' dint 'e chieie toie
E piglia' 'a forma ca vuo' tu
Fresca e schiummosa
O 'a cuntrario
Fissa e ferma
Vullente si tu 'o vuo'
Tu puo' vevere 'o cuorpo mio
Quanno vuo' tu


Si siente cavero
Je te leve 'a sete
Si siente friddo
Je te scarfo
Si tu te siente sfatto
Je te dongo arrepuoso e sullievo


Ma si tu me jeli
Je addevente liqueta
Si tu me faje spapura'
Je addevente addenzata


Nun aggio nisciuna pretennenzia
Je te voglio sulo ammullà


Lassete doce doce vuculia'.



Share |


Poesia scritta il 26/09/2016 - 11:22
Da SILVIA OVIS
Letta n.247 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Bella Silvia, molto bella! L'ho bevuta in un sorso... letta... Poesia pura come l'acqua di fonte. Passa una bella giornata nella forma che preferisci. Ciao!

Ruggero Chiesa 27/09/2016 - 07:30

--------------------------------------

Mi sono lasciato dolcemente "vuculià" dai dolci versi. Brava

carlo alberto federici 27/09/2016 - 01:44

--------------------------------------

Splendida poesia...letta la traduzione perché non conosco il napoletano.
L'acqua è vita...come essa si trasforma continuamente...molto, molto piaciuta.5* di complimenti!

margherita pisano 26/09/2016 - 22:03

--------------------------------------

Ciao cara devo dire che sei stata davvero brava, sia nella poesia, ma anche nella traduzione. non capendo bene il napotetano stretto ti dico grazie
adesso conosco il contenuto stupendo
della tua poesia.


Ciao cara ti abbraccio


Maria Cimino 26/09/2016 - 21:41

--------------------------------------

la poesia è bellissima ,sai io sono calabrese ma conoscendo gente napoletana mi pare che loro troncano l'ultima parola,nulla toglie alla tua che resta bellissima,saluti

andrea sergi 26/09/2016 - 18:22

--------------------------------------

Non so bene il napoletano ma conosco qualche napoletano...credo sia attendibile..in ogni caso io la apprezzo ...brva Silvia. Ps. sto pensando il tema.... ciaoooooo

Sabry L. 26/09/2016 - 18:12

--------------------------------------

Ho letto la traduzione perché non so il napoletano...e ho trovato la tua poesia veramente dolcissima e piena d'amore puro! Bravissima, 5* buona serata, un abbraccio!

Chiara B. 26/09/2016 - 18:11

--------------------------------------

TI DO 5* PER FATTI ADDENSA VA BENE

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 26/09/2016 - 17:05

--------------------------------------

Dolcemente poetica... un fascino a te noto.
Serena settimana, Silvia.
*****

Rocco Michele LETTINI 26/09/2016 - 15:59

--------------------------------------

mi sono cimentata con il napoletano. ecco la versione italiana:
Come l'acqua
Come l'acqua io ti bagnerò
e circonderò
Non farò rumore
e non ti danneggerò
Voglio entrare dentro le pieghe di te
e prendere la forma che vuoi tu
Fresca e spumeggiante
oppure ferma e stagnante
Bollente se tu lo vuoi
Tu potrai bere di me quando lo vorrai
Se hai caldo ti disseterò
se hai freddo ti riscalderò
Se sei stanco ti rigenererò
Ma se tu mi geli
io tornerò liquida
se tu mi fai evaporare
io condenserò
Non ho nessuna pretesa
Voglio solo bagnarti
Lascia che l'acqua ti culli dolcemente

In genere scrivo in romanesco ma stavolta ho osato con il napoletano....spero che qualche napoletano mi dica qualcosa


SILVIA OVIS 26/09/2016 - 15:31

--------------------------------------

Ma l'italiano non lo sai? Indubbiamente la poesia è bella ma io non ho capito una mazza.

antonio girardi 26/09/2016 - 15:01

--------------------------------------

Silvia,
ma la traduzione?

laisa azzurra 26/09/2016 - 14:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?