Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilitą...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Pił di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittą...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Stattene

stattene ad ascoltare ragni
immaginari sulle tue spalle
spaventato dalle tue unghie
stattene a galla
nel sangue di ieri
che diventa corpuscolo
di nervi
stattene
oh vecchia anima
a far l amore con i fantasmi
ad eccitarti con i tuoi morti
a sorridere di resti
a far compagnia a questi corvi
stattene
solo con la morte
che si beve a galloni
quella che arde i corpi
degli ormai senza cuori
stattene
a scrivere scenette di romanzi
per la vergara all angolo
della tua stanza ormai infiamme
dopo quell ultimo vero bacio
dopo le stelle che tramontano
con l ultimo treno
stattene
ad aspettare albe inutili
piovose e cieche ai tuoi occhi
di povero angelo senza ali
ne corpo ne corraggio
ne morte. pronto alla fine
stattene
vecchio idiota a chiacchierare
con le tante
sguattere che attraversano i tuoi polsi
il tuo polso sinistro freme
il tuo cuore pero' geme
e stattene
a farlo piangere
tanto non ci hai mai capito niente.


Share |


Poesia scritta il 01/10/2016 - 16:51
Da Khalil Zemzemi
Letta n.337 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Versi pungenti, sensazioni grevi e tormentate... da una bella poesia che scuote*****

Francesco Gentile 02/10/2016 - 08:45

--------------------------------------

Pesanti. ..sto cellulare mannaggia

laisa azzurra 01/10/2016 - 21:37

--------------------------------------

Scrivi bene...eccome
Molto forte, dura...parole pesato, graffianti
Ma bravo

laisa azzurra 01/10/2016 - 21:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?