Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL TUO GIARDINO

IL TUO GIARDINO
Nel mio giardino chiuso da una staccionata,
dove il cane non può entrare,
tanto tempo fa cerano profumate rose e viole,
oggi ci sono erbacce, rovi e altissime ortiche.


Rose di ogni colore eran la bellezza del giardino,
alcune rosse doppie vellutate lieve profumo,
altre rosa, gialle, bianche splendide vinate,
le rose antiche spinose profumo inebriante.


Oggi quelle piante di rosa son secche,
anni addietro tra le erbacce spuntavano alte,
facevano poche rose e sempre più piccole,
al loro posto crescono robusti rovi pungenti.


Un tempo quel giardino era la Primavera in fiore,
chi lo coltivava lo faceva con amore,
passava ore in quel giardino sempre in fiore,
la morte passò di lì quel mattino,
tutto si è fermato a quell’anno maledetto.



Share |


Poesia scritta il 15/10/2016 - 19:40
Da GIANCARLO POETA DELL'AMORE
Letta n.271 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


Versi malinconici e bellissimi...

michele gentile 17/10/2016 - 11:58

--------------------------------------

La malinconia nel cuore questo leggo in questa tua poesia.


Un giardino fermo in quel tempo passato

Pensiero profondamente toccante.


Ciao Giancarlo caro ti abbraccio.


Maria Cimino 16/10/2016 - 18:10

--------------------------------------

Tristemente ricordi un passato dove fiorivano profumate rose ma rifiorirà sempre nella tua mente ogni volta che penserai a lei... con tanto amore!*****

ANNA BAGLIONI 16/10/2016 - 17:58

--------------------------------------

***** triste e bella

Marilla Tramonto 16/10/2016 - 16:07

--------------------------------------

Tante emozioni, un rimpianto forse. Bei versi intensi, bella poesia..

Francesco Gentile 16/10/2016 - 13:55

--------------------------------------

Poesia nostalgica abbracciata da un velo di tristezza. Piaciuta ***** Buona domenica

Angela Randisi 16/10/2016 - 13:08

--------------------------------------

La tristezza e la malinconia del tempo che fu...un abbraccio

Eugenia Toschi 16/10/2016 - 12:39

--------------------------------------

tutto ha fine o no? ,doveva andare cosi caro Lupo,buona domenica

andrea sergi 16/10/2016 - 11:37

--------------------------------------

Triste
La natura che muore
L'uomo che muore
Molto profonda

laisa azzurra 16/10/2016 - 10:47

--------------------------------------

Malinconico giardino...tutto muta nel tempo, quello che resta è una sconfinata nostalgia e questa stupenda poesia e il tuo bel cuore!
Un abbraccio Poeta!5*

margherita pisano 16/10/2016 - 10:41

--------------------------------------

Il passato... La mutanza del tempo... Il rimpianto... La nostalgia...
Versi straordinari che lasciano riflessioni et... malinconie.
Lieta Domenica.
*****

Rocco Michele LETTINI 16/10/2016 - 10:22

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?