Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



PAVONE BIANCO

PAVONE BIANCO.


Masticavi foglie d'alloro blu
coglievi fiori d'argento appena sbocciati
ti lasciavi pettinare i capelli dal vento
mostravi il cammino agli aironi assopiti
risplendevi nello specchio del lago
ed io ti ammiravo.
Cercavi rami d'ulivo vergini
coloravi il cielo col riflesso degli occhi
camminavi a stento sulle dune del deserto rosso
respiravi il profumo della vita sfinita
bevevi il nettare di un Dio svogliato
ed io ti sentivo.
le tue mani d'alabastro s'intrecciavano tra loro
pregavi la terra ed i mari
contemplavi assorto il silenzioso bosco di querce
ritrovavi te stesso nelle ali di un falco
seguivi correndo il suo volo elegnate
ed io ti comprendevo.
Perdevi la strada verso casa,
rinunciavi ai sogni ad occhi aperti,
volgevi lo sguardo oltre il confine del mondo,
ti scrollavi di dosso la nebbia e il suo odore,
rinascevi nel pianto di un pavone bianco.
Ed io ti amavo,
Compagno.


M.M.


Sulle note di Armand Amar,
Layla Et Majnun.



Share |


Poesia scritta il 07/11/2016 - 12:05
Da MARIA MADDALENA MERISI
Letta n.177 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Immagini che si rincorrono, dolci e suggestive, colori che sfumano e una leggera malinconia che pervade tutta la poesia, bella....

Sabry L. 08/11/2016 - 16:17

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?