Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...
Nostalgia...
Mai cosí tanto ti ho...
INNAMORARSI E NON MO...
Quando...
Sarà così, un giorno...
ALLORA...
ADOLESCENZA...
ER PENNACCHIO DER ...
GIADA- Prima Parte....
Di lui...
Fiammina...
Gossip...
L'orizzonte...
Stelle sbronze...
Nel vento di una ros...
Non aspettar domani...
Insolita, affascinan...
BRICIOLE...
La modestia è... l'...
Volo di gabbiani...
La poesia abita…...
Il tuo divano rosso...
IL VELIERO AZZURRO...
Orizzonte...
Violento bruciare...
Copiosa pioggia...
lasciami andare...
Graffi...
CONCHIGLIA...
Mi girano sempre le....
Cercando il mare...
A Farla Ammattire...
Tra le nuvole un pen...
ADORANDO IL PECC...
A2...
AL DI LÀ DEI TUOI OC...
altrove...
Insidiosa polvere...
Gino, quando parla, ...
L'amore per le picco...
A volte...
Solitudine di città...
FUSIONE...
L' ira...
Amarmi...
Il matrimonio la fia...
NON BRUCIO LA SPERAN...
GRANDINE E PIOGGIA E...
Speranza...
SUDARIO DI SETTEMBRE...
Padre...
Tu sei...
Mentre guardo la Lun...
Clair...
Accomiato...
Finestra...
DANNATI E COMPLICI...
I miei silenzi...
Vuoto assoluto...
C'era una volta...
Riconoscersi in una ...
Dorati Veli...
Non c'ero...
Unione...
Non sono poeta né sc...
ORA COME MAI...
ANGOLO DI PARADISO...
Il circolo di ogni c...
Nebbia e poesia...
Verso sera...
Malsano...
Da quali stelle?...
venere...
Palcoscenico Diaboli...
Don Matteo 11...
Angeli....
Davanti a una porta ...
Pensando a lei... Se...
la bella addorentata...
Befana = Mamma...
IN INVERNO NON SI FA...
l\'inganno...
ANATOMIA DI UN ...
Tu...
Mete coraggiose...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



PAVONE BIANCO

PAVONE BIANCO.


Masticavi foglie d'alloro blu
coglievi fiori d'argento appena sbocciati
ti lasciavi pettinare i capelli dal vento
mostravi il cammino agli aironi assopiti
risplendevi nello specchio del lago
ed io ti ammiravo.
Cercavi rami d'ulivo vergini
coloravi il cielo col riflesso degli occhi
camminavi a stento sulle dune del deserto rosso
respiravi il profumo della vita sfinita
bevevi il nettare di un Dio svogliato
ed io ti sentivo.
le tue mani d'alabastro s'intrecciavano tra loro
pregavi la terra ed i mari
contemplavi assorto il silenzioso bosco di querce
ritrovavi te stesso nelle ali di un falco
seguivi correndo il suo volo elegnate
ed io ti comprendevo.
Perdevi la strada verso casa,
rinunciavi ai sogni ad occhi aperti,
volgevi lo sguardo oltre il confine del mondo,
ti scrollavi di dosso la nebbia e il suo odore,
rinascevi nel pianto di un pavone bianco.
Ed io ti amavo,
Compagno.


M.M.


Sulle note di Armand Amar,
Layla Et Majnun.



Share |


Poesia scritta il 07/11/2016 - 12:05
Da MARIA MADDALENA MERISI
Letta n.207 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Immagini che si rincorrono, dolci e suggestive, colori che sfumano e una leggera malinconia che pervade tutta la poesia, bella....

Sabry L. 08/11/2016 - 16:17

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?