Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Ridere...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...
TELEGRAMMA POETICO...
Tu, pallida Luna...
questi occhi...
Dove abita Amore...
la Givacchi...che st...
Gocce di pianto...
OGGI...
La carità non la con...
La croce...
Anatomia di un bacio...
Orme...
Fare breccia in un m...
Società:...
Canto di un appassio...
Lembo di blu...
Che sapore ha il mal...
Questo amore è come ...
PRATO D’ATTESA...
Sensi...
Scende la sera...
Fiume di ricordi...
Apoteosi della belle...
E HO VISTO TE...
Chiamalo tatto.....
POLPASTRELLO...
CARNE UMANA di Enio ...
MERAVIGLIOSO AMORE...
Le quattro stagioni...
CUPIDO...
CUCCAGNA...
Mi cerchi tu dici...
Il tesoro della Mont...
Nebbia dell'anima...
Tutto l'Universo...
CON RIGUARDO È SAN V...
Auguri, amore...
Le ali dell'amore...
Fiori...
MA LEI LO SA?...
aspettami...
CAP 2 La non-storia...
Reset...
Peggio della malinco...
L'esperimento...
Deserto...
CARONTE...
Aspettando le rondin...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'ALBERO

Come fichi al vento
Cadiamo al giusto momento


Chi acerbo, chi insecchito
Chi dimenticato all’infinito
Chi nasce con dentro il verme


E non ci salva lo stare in ansia
E nemmen ci aiuta l’ attesa inerme


Rami interi ho visto cadere
Si svanisce e non rimane nemmeno un odore


Tac, ognuno cade quando sta scritto
E rimane un vuoto al posto del frutto



Share |


Poesia scritta il 29/11/2016 - 19:10
Da SILVIA OVIS
Letta n.306 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


... e la cosa importante e bella è che noi non possiamo e non potremo mai leggere quello che "è scritto". fivestars

carlo alberto federici 30/11/2016 - 13:54

--------------------------------------

Bella Silvia, amo la tua originalità e la tuaschiettezza

Sabry L. 30/11/2016 - 10:33

--------------------------------------

Bello questo relazionarti con la natura.Poesia molto bella.

antonio girardi 30/11/2016 - 10:24

--------------------------------------

Metaforicamente esaustiva.
Il mio elogio e la mia lieta giornata, Silvia.
*****

Rocco Michele LETTINI 30/11/2016 - 08:08

--------------------------------------

Triste considerazione ma purtroppo è così, inevitabilmente siamo ciò che è scritto...ciao

Anna Rossi 30/11/2016 - 06:22

--------------------------------------

Molto originale, questa metafora dell'albero dei fichi.... descritta magnificamente!*****

ANNA BAGLIONI 29/11/2016 - 21:42

--------------------------------------

Una descrizione perfetta!!!
Come l'albero, la vita lascia andare i suoi frutti...rimane soltanto il vuoto!
Mi è piaciuta molto 5*

margherita pisano 29/11/2016 - 21:11

--------------------------------------

woooow
quanta cruda realtà
ma che buoni i fichi

laisa azzurra 29/11/2016 - 21:05

--------------------------------------

questa è la vita e quello che ognuno a scritto dietro la schiena non lo vede
ognuno di noi a inizio e fine 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 29/11/2016 - 21:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?