Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

il castello di cristallo

Un uomo straordinario ,convive
con amici, terrorizzato da
fantasmi, perversi e infelici.
Si aggirano indisturbati ,dentro
il suo castello, negli spazi
sconfinati che la sua mente
ha concepito in un tempo
diluito, di solido cristallo.
Dietro questi muri riflettenti,
crea i propri sogni , si emanano
eterei , davanti a occhi assenti
e vitrei.
Illude la sua anima, che cammina
per stanze vuote ,riempiendole
di favole, sentimenti, colori
e tavole imbandite.
Le ha coperte e sigillate con teli
trasparenti ,che le preservano
dai fantasmi, dalle lacrime
e da ladri inesistenti.
Un orologio a pendolo, diffonde
per le sale , note di cristallo;
allietano da sole, questo mondo
suo ideale.
Divenute anch'esse fragili , come
I battiti del suo cuore ,che era
forte e limpido, come i rintocchi
delle ore.
Solo, umiliato e nudo,cammina
sui piedi stanchi, impaurito da
questi spiriti, coperti da camici
bianchi.
Tutti I giorni lo torturano ,con
medicine e con siringhe ,la sera
poi lo legano, con lacci stretti
e stringhe.
Per fortuna, non fa caso al suo
dolore: si fa visita da solo,
guardandosi allo specchio e
sbarrando I propri occhi, si perde
in quel colore.
Un colore azzurro verde ,
che non si stanca di guardare,
profondo, indefinito e immenso
come il mare.


Share |


Poesia scritta il 06/12/2016 - 09:20
Da Italo Giuliano Bonetti
Letta n.229 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Poetar che ti eleva Italo per quanto di chiaro hai espresso in sì sublim verseggio.
Lieto meriggio.
*****

Rocco Michele LETTINI 06/12/2016 - 14:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?