Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Digiuno

Notti scure
raduno di antichi cantori greci
pietre ruvide
testimoni di incesti
consumati all'ombra dei rovi
mentre la vita scivola piano
con i suoi artigli travestiti da fanali
di ore piene come il digiuno
al quale mi costringi da settimane.
Digiuno d'amore
riempito solo dai canti delle sirene
che da lontano rispondono
ai miei singulti vuoti
dentro queste marce stanze
dove si infittiscono i ricordi
di baci che innamorati anelano
ad una lussuria altra.
Solitudini barbare
disperse tra le macerie
in un tripudio di soli arancioni
mi manchi,
non trovo più la mia Itaca
mi sono allontanata
ed ora l'incanto si è spezzato
tu mi odi da lontano
io ho perso la capacità di ascoltare
e mi perdo in questa delirante giovinezza
senza né un come
né un perché
come il canto del gallo all'alba
che languisce e si spegne nelle campagne
non ancora assolate.


Share |


Poesia scritta il 02/01/2017 - 22:00
Da greta urti
Letta n.133 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


malinconica introspezione di un anima che grida sofferenza.
un abbraccio.

patrizia sgura 03/01/2017 - 14:50

--------------------------------------

il tuo sembra essere un grido di doloreopera molto bella 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 03/01/2017 - 08:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?