Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Carne da poesia...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Cattività

Raduni serali
di poetesse innamorate
sento lontano il canto delle Muse
che piano rimbomba
tra le pareti lacerate
di una casa di campagna
dispersa in mezzo ai rovi.
Laggiù il mare sussulta
sembra un amante in preda all'ultimo fremito
del piacere
ancora aspetta il tuo ritorno
ancora fissa attonito la tua ombra
e ci crede più di me
crede ancora all'alba dei sensi
crede all'amore dei maschi
che lento scivola tra le cime ondose
e si fa attendere.
Tesa verso un illimitato piacere
la mia anima non ha pace
schiava del corpo
soggiogata dal desiderio
essa esulta tra le albe marine
libera la potenza dell'essere rinchiuso
vessato
incatenato
plagiato
dalla quotidianità di un domani che non vedo
da un oggi piatto e sempre uguale.
Ma chi siamo?
Chi sei tu?
Tanto turbi la mia anima e le mie viscere
che ti ucciderei d'amore,
Venere prese tutto il bello
e alle donne solo l'ansia rimase
l'ansia di un giorno che sfugge
e di un domani che già tramonta
e ancora il mare in tempesta
e ancora la tu presenza
che non mi dà pace
ma l'erba cresce sopra le fosse
di chi c'era
e non c'è più.


Share |


Poesia scritta il 09/01/2017 - 22:48
Da greta urti
Letta n.210 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?