Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ERI UN AMICO...
Foglicidio...
Una volta soltanto...
NANI STRANI...
Cosa resta...
ACINI ACERBI...
se questo è un uomo...
Sei solo riflesso de...
Può darsi...
Il vento dell'invern...
Non me ne vado...
L'Angelo custode...
Carezze lontane...
‘NA SETTIMANA A NATA...
l'ultimo petalo...
In questo abbraccio ...
Dopo le onde il Mare...
L' ANIMA HA PAURA...
Il mio sentire di do...
orizzonti...
IL mio compleanno...
Memorie...
Io sono il mio libro...
Luci...
NATALE...
urlo muto...
L’ARENA DEL TORERO E...
Verso l'onerosa cata...
Vorrei...
Siamo creature in ca...
Sei acqua...
Un amore speciale...
Femme fatale...
La voce del silenzio...
Da Lui mi aspetto qu...
NELL'EMOZIONE... UN ...
essentia...
Nell'immensità del m...
A mio padre...
BUON NATALE...
volo libero...
Talvolta...
Mezzogiorno d'invern...
Vigilia di Natale...
E' così vicino il ci...
A Babbo Natale...
Serata in auto con u...
FRAGILE Mistero...
La solitudine di una...
Rivivo la notte in s...
Accenti d'inverno...
Il faro....
ARIA CHE MANCA...
Falsi amori...
Mare in tempesta....
pensieri dicembrini...
LUPO SOLITARIO...
nella tela del ragno...
TORNERANNO...
....CRISTIANO sul...
quella sera...
Senza luce...
La terra è pronta...
INCHIOSTRO ROSSO...
Il Santo...
Un giorno speciale...
Cànone inverso...
NATALE S’AVVICINA d...
Il gioco dei dadi...
Insonnia...
Se avessi un francob...
Caspita!...
SOLO L'AMORE E' COMP...
Gerusalemme...
STORIE DEL FIRMA...
Buon NATALE...
Voglio essere fragil...
Raggio di sole...
Il Sonnambulo...
Il mio regalo...
Silenzio...
Spegni la luce...
ACCENDERÒ LA NOTTE...
IL tuo pezzo di mond...
Custodi di sentiment...
Space Invaders...
Natale...
La nostra vita segre...
AMICO CARO...
Grigio ore 12,00...
In quel sogno reale...
Brrrr... che freddo!...
Un presepe speciale...
L'uomo più Felice...
Abissi...
TORNA...
Ci sono ore...
Gesù di quercia...
L\\'ALBA DEL RISVEGL...
Ce ne siamo fregati...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Razzi colorati e ghirlande di fiori

Ti ho visto fare esplodere in cielo razzi colorati e ghirlande di fiori,
sul crinale che costeggia la ferrovia,
mentre un treno passava fumigante,
e tu urlavi dalla gioia.


Una gioia improvvisa, eterea, che ha modificato l’espressione del tuo viso,
e ha calibrato l’intensità di ciò che provi per me,
mentre i fuochi rallegravano l’atmosfera.
Ci sono gocce di resina che gemicano dagli alberi.


Accenderemo un fuoco, stasera, e ci riscalderemo da questo freddo,
staremo vicini come se fossimo indivisibili,
cavallo e carro, macchina e pneumatico,
e ci baceremo a lungo, sul crinale.


Lo so che non sopporti a lungo l’iconoclastia dei miei gesti,
e pari conturbata a vederli,
come tradita da un portamento fiero e orgoglioso,
abbi un po’ di compiacenza nei miei riguardi.


Dici che la superficie del forte ti è parsa come non consumata dal tempo,
ma non so bene che volessi dire.
Vedere quel comico dimenarsi sul palco come una scimmia scema
deve averti fatto male, o forse ti ha rinfrancato più del mio volto cupo.


Abbiamo ancora dei minuti, quello è sicuro,
e quindi abbiamo tempo, puoi prendertela comoda,
andremo lontano, appena potremo:
ci porteremo un sogno e una valigia,
una valigia in cui ci staranno un sacco di cose,
inutili per lo più.



Share |


Poesia scritta il 02/03/2017 - 17:08
Da Giulio Soro
Letta n.256 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


L'importante è che ci sia il sogno....

laisa azzurra 02/03/2017 - 21:19

--------------------------------------

Una bella poe pensata e scritta con originalità. I miei complimenti.

Francesco Scolaro 02/03/2017 - 19:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?