Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Margy...
Amicizia...
ANATRINI...
Risveglio di forme p...
RESPIRO NATURA di En...
Incredulità....
La sposa...
Alla fine di questa ...
Curriculum vitae...
Abbiam perso... il s...
HAIKU NR. 21...
Pedro...
Le Ore...
Sul mare... navigand...
Calce sulle dita...
QUANDO L' AMORE ...
UN’ALTRA CANZONE...
Spillo...
Quando finisce un am...
SEI FUGGITA...
Luce e ombre......
Ode al vino...
Amore limpido....
Forse, sbagliata...
È subito mare...
Lo specchio (2015-20...
C'È SEMPRE IL SOLE...
L'onore...
DOLCE CANTO...
La vita in blu...
Di brama nella notte...
Sono la Primavera...
Valzer delle chimere...
Le ultime scosse...
Nel giorno che piang...
Sulle tue labbra...
La perfezione del fi...
Riflessione...
CI SIAMO PERSI...
Ho domandato ad un v...
Passa tutto...
Già poesia...
SI È MASCOLINIZZATA?...
Treno in corsa...
ed a te, cosa devi?...
POMERIGGIO SPUMEGGI...
adesso basta...
E LO CHIAMENO MAGGIO...
grotte infuocate...
Questo nostro indoma...
Si fosse prolungata...
Mi spingo oltre il m...
Opaca...
Un prete anarchico...
IL NOSTRO CIELO...
Pensieri sparsi su B...
Senryu 3...
Trasparenze...
IL CUORE NEL ...
A mia madre...
LIBERO...
Nebbia...
EMOZIONE D'AMORE...
Cuore....
Corda che unisce...
Mediterraneo...
Nuove Alebe...
Il dubbio...
Piove...
Nuovo giorno...
MAGARI UNA ROSA...
L'infinito...
RIGOR ..frammenti ne...
Cammino...
Io e te...
Le mie grosse vacanz...
Le scarpette rosse...
Con Agonistico Furor...
Fragranze...
Le parole che conosc...
BIMBA MIA...
Il mondo è fasullo...
di bianco e di rosso...
Non ho voglia di sor...
Domani....
Vezzo di rosa...
Nella società del pr...
Ad Agata...
PAPAVERO...
Un vento di scirocco...
L'ONOREVOLE di Enio ...
LE QUATTRO STAGIONI...
Oceano...
Maggio di nuvole...
La notte così lunga...
Bellezze nascoste....
Insonnia...
Non c'é sospeso...
IL FREDDO LA LU...
Gli armistizi si del...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



gli argini

sfioro
gli argini della memoria
paura di soffrire
ancora e poi ancora
griglie di grida mai ascoltate
mani tra le grate


silenzi
mi volto, non ho occhi per capire
e sigillo le fessure
affinchè non entri il dolore
quello conosciuto
quello celato ai più


rievocazione d’un batter di ciglia
senza ch’io proferisca
castamente, privatamente
quel tocco lieve
che solo l’aria sottile
del mattino sonnolento


il fruscio tra le fronde…
lo ascolto
e ne scrivo i passi
per non dimenticare
mi volto,
non ho occhi per capire


gli argini...
li ho solo sfiorati



Share |


Poesia scritta il 03/03/2017 - 21:24
Da laisa azzurra
Letta n.407 volte.
Voto:
su 12 votanti


Commenti


Molto bella. Molto dolce.

Ken Hutchinson 18/03/2017 - 11:15

--------------------------------------

Grazie di cuore

laisa azzurra 05/03/2017 - 10:50

--------------------------------------

Profondamente vera...gli argini si sfiorano soltanto per paura di soffrire, guardi, vedi e ti allontani e già tremi!
Mi specchio nei tuoi versi e mi riconosco totalmente...ma tu sei bravissima nel poetare l'interno! Bellissima cara Laisa come solo tu sai fare.

margherita pisano 05/03/2017 - 08:57

--------------------------------------

Poesia introspettiva ed evocativa.La memoria non dimentica e tornare indietro significa soffrire.

Teresa Peluso 04/03/2017 - 20:17

--------------------------------------

Una introspezione particolareggiata che descrive molto bene le sofferenze pei ricordi che assillano la mente e la necessità che si ha di arginarli.........Poe molto intenza di elevata caratura.

Francesco Scolaro 04/03/2017 - 19:07

--------------------------------------

Profonda e intensa, scritta con la tua solita eleganza....Sei bravissima

Sabry L. 04/03/2017 - 15:33

--------------------------------------

Molto profonda nella sua drammatica ricerca di un Io profondo.... descrizione unica e perfetta!

ANNA BAGLIONI 04/03/2017 - 15:24

--------------------------------------

Testo molto intenso e riflessivo, ben strutturato e con potenti immagini evocative. Tra le rappresentazioni più suggestive e preganti segnalerei "griglia di grida mai ascoltate"...

Far Arden 04/03/2017 - 12:22

--------------------------------------

Immagini e sentimenti molto suggestivi, raffigurazioni dolci e sottili di un animo che nel tormento vorrebbe ritrovare se stesso. Ma a volte superare gli argini significa raggiungere una nuova conquista di consapevolezza.
La tua penna è una tavolozza di rari acquerelli.

ALFONSO BORDONARO 04/03/2017 - 11:32

--------------------------------------

Un diligente decanto che porta a riflettere per quanto di vero lascia carpire.
Lieto fine settimana, Laisa.
*****

Rocco Michele LETTINI 04/03/2017 - 11:16

--------------------------------------

Tristemente bella, riflessiva e profonda e....soprattutto meravigliosa come tutte le tue poesie! 5* e buona giornata!

Ilaria Romiti 04/03/2017 - 11:05

--------------------------------------

una bella poesia be mi ci rivedo rintontito dal sonno vagare senza saper cosa sto facendo,. accorgermi che è freddo dopo che sto tremando 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 04/03/2017 - 10:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?