Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il Terremoto

Tutto si ribalta
il mare,il suolo,il cielo.
Cola il sangue
si spengono le luci
interminabilmente
continua a tremare
portandosi con se
scie di vite
scie di speranze
cancellando il loro futuro
in un frammento di un attimo.
Oh sole,
stasera
bussa alla porta di questa luna
ormai diventata nera di gente
fai diventare bianca questa notte
riaccendi gli occhi
asciuga le lacrime
spegni questo movimento tellurico
e non farci sentire più
vittima del nostro universo
chiamato Terra.


Share |


Poesia scritta il 07/03/2017 - 12:29
Da Paolo Perrone
Letta n.417 volte.
Voto:
su 11 votanti


Commenti


Onorato dai vostri commenti vi auguro una splendida giornata

Paolo Perrone 09/03/2017 - 09:51

--------------------------------------

Versi bellissimi che sanno cogliere il dolore e le emozione dandogli anima e corpo in questa struggente poe.

Francesco Scolaro 08/03/2017 - 19:43

--------------------------------------

Caro Paolo, devo cancellare l'ultimo tuo commento perchè stranamente fuoriesce dal rigo ed invade la pagina centrale.
Buon pomeriggio

Adriano Martini 08/03/2017 - 13:08

--------------------------------------

Bellissimi versi, per tante vite messe a dura prova, una preghiera a cui mi unisco. Ciao Paolo

Wilobi . 08/03/2017 - 09:21

--------------------------------------

Molta sensibilità in queste tue parole per ricordare tragici eventi di cui chi dovrebbe prendere provvedimenti si fa molto attendere... Bravissimo Paolo

ANNA BAGLIONI 07/03/2017 - 22:06

--------------------------------------

La terra trema, è un evento naturale, quello che non lo è il dolore di quel che resta...quando forse si poteva evitare!
La tua preghiera è bellissima e toccante, sentita e dolcissima!5*

margherita pisano 07/03/2017 - 21:15

--------------------------------------

Immane sciagura , che fa diventar nera anche la luna...Invocazione molto sentita. 5*

Teresa Peluso 07/03/2017 - 19:05

--------------------------------------

Pardon... volevo scrivere "fiaccare" !

Alessia Torres 07/03/2017 - 18:05

--------------------------------------

Egregia invocazione al cielo perchè questa terra così minata e incontrollabile smetta di annichilire e ficcare tante vite...
Molto bella Paolo!

Alessia Torres 07/03/2017 - 18:04

--------------------------------------

Splendida e toccante poesia per questo flagello.Molto bravo Paolo.

antonio girardi 07/03/2017 - 17:56

--------------------------------------

questo dramma avrà una fine ma si porta dietro dolore e lutti è una ferita che ci porteremo dietro per molto tempo 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 07/03/2017 - 17:25

--------------------------------------

Tristemente bella e profonda con una chiusa a modo di preghiera emozionante verso il nostro Sole che riscaldandoci e dandoci vita deve proteggerci da tutto ciò!

Ilaria Romiti 07/03/2017 - 13:40

--------------------------------------

Il terremoto? Una ferita insanabile!
Esaustivo seguitato poetico.
Lieto meriggio, Paolo.
*****

Rocco Michele LETTINI 07/03/2017 - 13:37

--------------------------------------

Tremendo dramma che perseguita l'Italia da anni e sul quale si fa niente, si sa solo piangere dopo che è avvenuto. Eppure si può intervenire, ma se qualche stolto pensa che il PIL cresce di più ricostruendo, piuttosto che mettendo in sicurezza forse abbiamo UNA delle tante chiavi di lettura per capire che popolo siamo.
Riflessione toccante e molto bella.

ALFONSO BORDONARO 07/03/2017 - 13:34

--------------------------------------

dolcissima
un inno al Sole
una preghiera verso Dio

laisa azzurra 07/03/2017 - 13:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?