Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



STREMARSI… E NON…

Ho visto un bimbo
sgobbare per cibare
il proprio vincolo…


Un gioco l’è negato.
Sorrisi, non conosce!


< = >


Ho visto un padre
stremare per portare
un pane a casa.


Sudore, solo raccoglie.
Giulivo, non cammina!


< = >


Ho visto una madre
che in quattro s’è spaccata,
per dar appoggio.


Soltanto stille vede.
Sereno, non ravvisa!


< = >


Dov’è che ride
il globo, un esser chiede?
Cucite labbra!


Ognuno saper suole.
Amando… lo diremmo!



Share |


Poesia scritta il 16/03/2017 - 11:06
Da Rocco Michele LETTINI
Letta n.1816 volte.
Voto:
su 12 votanti


Commenti


mi è piaciuta in l@ nuov@ mus@ e pure qua bravo

enio2 orsuni 17/03/2017 - 18:38

--------------------------------------

Buon pomeriggio Rocco... Questo il commento che ieri avevo scritto per te e che non è MAI partito a causa dei disguidi del sito....:


Il solito contrasto che governa il mondo... dove non vale nessuna logica!
Difficile da accettare e comprendere...
e dove manca sempre il solito sentimento che muove il mondo.

Hai espresso tutto in modo altamente artistico!


Alessia Torres 17/03/2017 - 14:24

--------------------------------------

Opera intensa molto profonda ricca di emozioni.Complimenti Rocco 5*

Paolo Perrone 17/03/2017 - 12:14

--------------------------------------

Grande profondità di pensiero. Notevolissima poesia..

Francesco Gentile 17/03/2017 - 09:57

--------------------------------------

DA FACEBOOK:

Stefania Balsamo - Un bambino, un uomo o una donna ... che faticano per sopravvivere. Stremati, non conoscono sorrisi, gioia e serenità, impegnati come sono a sostentare la propria famiglia.
Eppure, il mondo che sa ... di fronte a tutto questo non si pronuncia.
Solo l'Amore, potrebbe fare la differenza nelle loro vite.
Magnifica riflessione in splendidi versi, che
denotano una grande sensibilità d'animo, attento come sempre ai bisogni di chi soffre. Grazie ancora una volta per questa tua condivisione e buon week end a te!
------
IL MIO GRAZIE PER LE NUMEROSE LETTURE E I GRADITI COMMENTI.


Rocco Michele LETTINI 17/03/2017 - 09:33

--------------------------------------

Una poesia che fa riflettere...molto bella. Complimenti!!

Rosi Rosi 17/03/2017 - 01:09

--------------------------------------

Soltanto amando lo diremmo!
Speciale poesia come solo tu sai fare caro Rocco, la classe non è Acqua!
Complimenti e lodi e una lietissima serata 5*

margherita pisano 16/03/2017 - 21:04

--------------------------------------

eppure, mio caro Rocco
sembra un paradosso
ma può esserci molta più gioia nella povertà che nell'indifferenza dell'abbondanza
bellissima

laisa azzurra 16/03/2017 - 19:53

--------------------------------------

molto bella e pura verità un chiaro messaggio come tutte le tue opere fanno molto riflettere 5*

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 16/03/2017 - 19:00

--------------------------------------

Un flashback di sensazioni di questo mondo nevrotico ed ingiusto che l'autore coglie e lo rappresenta con maestria in questa forte e penetrante poe. OK Buona serata

Francesco Scolaro 16/03/2017 - 18:36

--------------------------------------

Questa è scuola....opera stupenda.
stupenda per il messaggio, per ciò che trasmette e ciò mi suscita.
smuove anima e cuore.
bellissima... quasi fosse schiaffo di quelli che lasciano il rossore ma per la vergogna di cio che nel mondo si vede.
grazie Rocco.... sei grande.
*****

Paolo Pedinotti 16/03/2017 - 16:07

--------------------------------------

Se è vero che i poveri sono sempre più poveri e che spesso gli operai vengono chiusi nelle fabbriche per produrre gli smartphone che i ricchi correranno ad acquistare, credo che in questa equazione sta lo sto delle cose.
Se si da fuoco ad un poveretto che dorme per strada, se è vero che molti delitti rimangono impuniti o omicidi ottengono solo i domiciliari, cosa resta della nostra civiltà ?
L'asticella dei valori continua a scendere significa che il diritto alla vita è un bene complementare e non più fondamentale.
Versi molto commoventi e drammatici.

ALFONSO BORDONARO 16/03/2017 - 14:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?