Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Lontani

Così a lungo, ombre siamo apparse, sul nostro viale.
La sedia a dondolo è un ottimo auspicio per l’indomani
con il suo scricchiolare metodico.
Ma noi siamo lontani, ancora molto lontani.


La sorte a volte è riottosa e nebulosa,
nel mentre muoviti dolcezza, muoviti ancora.
Un’altra volta, un’altra volta ancora ci ameremo.
Non ti sei accorta che siamo vicini, molto vicini come non mai.


Veloci, in strada, si muovono i passanti, con i colli imperlati.
Un lampo a volte si posa su di un pollice, non di più.
Guarda, tu hai il mondo sulla punta di un dito.
In questo frangente c’è una ragione per noi due.


Ho aspirato il tuono, poi mi sono steso a terra.
Ho sentito che eri passata di lì, per l’ennesima volta,
come un flusso sotterraneo.
Come un diadema, sei messa in mezzo al sole che brucia.


Bordi e orli incatenati a un pranzo noioso, ci siamo lanciati nel vuoto,
come icari con le nostre ali dispiegate, con le nostre egide di cera.
Con la pelle contratta e i sorrisi spalancati, abbiamo potuto volare oltre l’immaginabile.
Forse la codardia ci ha fermati.


Non senti il canto?
Il rumore soffuso di questo cerbiatto, che si ciba vicino a noi
e poi fugge, solleticando l’erba.
Non ridere di me.


Presto vedremo questo lacerarsi, ma non invano
e non per sempre e la pioggia ci passerà addosso con disamore.
Saremo lontani, in un punto indefinibile, incredibilmente lontani.
Poi partoriremo ancora, allora non credi anche tu che sia
arrivato il momento di stare più vicini?



Share |


Poesia scritta il 24/03/2017 - 18:44
Da Giulio Soro
Letta n.216 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Veramente bella, dipingi una scena malinconica in cui si respira il distacco, il dolore della separazione, ma verso la fine nutri la speranza di un riavvicinamento.Mi ha colpita.

Sabry L. 25/03/2017 - 11:06

--------------------------------------

hai un'abilità nello scrivere che ti permette di nn essere mai banale, nè ripetitivo
e Lei, è sempre presente

laisa azzurra 24/03/2017 - 21:18

--------------------------------------

Un bellissimo modo di poetare: c'è come una sapiente regia che pernde spunti da punti diversi che però nel loro cadenzare si intersecano e poi s'incamminano sul filo conduttore che il poeta ha scelto con cura. I miei complimenti, ciao

Francesco Scolaro 24/03/2017 - 19:32

--------------------------------------

Stile e affascinazione.. da vero cantastorie. Le immagini sono belle, armoniose e coinvolgenti..

Francesco Gentile 24/03/2017 - 19:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?