Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Labirinti

Le crepe dei suoi labirinti
erano stipate e numerose.
Vi si nascondeva ogni qualvolta
salate stringhe acquose
le solcavano le gote
sino a renderla inerte.
Vulnerabile!
Le lasciava fluire come lo scorrere di un traffico.
Poi, tornava a galla da quei fondali salvifici
e si ripeteva che tutto era tornato a posto.
Tanto... tutto passa!
Si guardava allo specchio.
Si stordiva nell'incertezza del suo riflesso!
E nel rombo dell'eccitante recupero di sé
si esortava ad essere forte, invincibile e intoccabile!


Share |


Poesia scritta il 05/04/2017 - 16:00
Da sebina pintaldi
Letta n.226 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


In ognuno di noi vi è una fessura adatta alla misura del nostro dolore... è lo spirito della sopravvivenza che ce la impone. Baci

sebina pintaldi 08/04/2017 - 14:51

--------------------------------------

SEBINA...E' difficile convincersi che tutto vada bene...ma si puo tornare a galla come la tua eroina dei labirinti. Mi ricorda un film credo dal titolo "Cubo" dove pochi individui passavano da una scatola all'altra e in questi momenti di angoscia riducevano a brandelli le loro convinzioni. Piaciuta molto la poesia Ciao

mirella narducci 06/04/2017 - 11:31

--------------------------------------

Il labirinto dell'animo, un cammino tortuoso e pieno di insidie...sentita nel profondo...ciao

Anna Rossi 06/04/2017 - 05:32

--------------------------------------

UN ACUTO VERSEGGIO DAL NOSTRO VIVERE SOFFRENDO...

LIETA GIORNATA, SEBINA.
*****


Rocco Michele LETTINI 06/04/2017 - 05:05

--------------------------------------

Profondo travaglio interiore descritto attraverso pensieri e gesti suggestivi, fino alla convinzione di aver ritrovato se stessa.
Introspezione profonda e avvincente.

ALFONSO BORDONARO 05/04/2017 - 19:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?