Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



di te, le foglie

il freddo
penetrava nelle tue ossa
e le rendeva fragili
come stalattiti


tu eri nuda
nessuno che ti coprisse
che ti offrisse riparo
eppure


spargevi
l'equilibrio dei tuoi affanni
quelli solcati
sul tuo volto di Madonna


il tuo uomo lontano,
le tue piccole bambine adulte,
ora che non ci sei più tu
non ci sono più loro


germogli acerbi loro,
di bellezza, sorrisi
e braccia schiuse
ad offrir sostanza


ma il temporale
fa, delle foglie bagnate,
la brevità
le hai perdute anzitempo


e
di te
una tovaglia di fiandra
ricami antichi,
candore sconfinato
e foglie come figlie...
di te




nota:
una nonna, mia nonna....
una madre che ha visto morire le figlie



Share |


Poesia scritta il 12/04/2017 - 13:49
Da laisa azzurra
Letta n.353 volte.
Voto:
su 14 votanti


Commenti


Bella...

Anti Lirico 21/04/2017 - 22:03

--------------------------------------

Auguri Laisa,non li dimostri,i tuo "Vent'anni".

Bruno Abbondandolo 14/04/2017 - 18:53

--------------------------------------

LAISA...ho letto ora del tuo compleanno, tranquilla, sei una bambina....TANTISSIMI AUGURI.Vi unisco anche quelli per la Pasqua a te e alla tua bella famiglia

mirella narducci 14/04/2017 - 17:31

--------------------------------------

Approfitto di questo luogo per rendere onore al tuo compleanno e porgerti i miei auguri per il tuo compleanno e per la Pasqua che è in sopraggiungere.

Ken Hutchinson 14/04/2017 - 16:53

--------------------------------------

C'è molto sentimento e cuore in questi commoventi versi che ripercorrono storie di vita dove il destino è stato un poco avaro nei confronti di amorevole figure di donne che dalla vita avrebbero meritato di più per tutto il loro amore profuso. Bella, bella, bella. I miei sinceri Auguri Pasquali

Francesco Scolaro 13/04/2017 - 15:50

--------------------------------------

miei Cari Poeti
grazie di cuore per i vostri generosi commenti...siete voi a commuovermi
una storia triste
la madre di mia madre è sopravvissuta a due figlie su tre e l'ultima è comunque venuta a mancare giovanissima (tutte tra i 60 ed i 65 anni)....
Ma è quasi Pasqua
oggi, i Sepolcri
domani venerdì Santo che coinciderà con i miei 50 anni
e poi, pian pianino Pasqua di resurrezione
POETI, A VOI ED ALLE VOSTRE BELLE FAMIGLIE
sinceramente.....AUGURI

laisa azzurra 13/04/2017 - 13:14

--------------------------------------

Meravigliosamente meravigliosa. 5*

Rosi Rosi 13/04/2017 - 13:09

--------------------------------------

Bella commovente e sentita poesia dettata da un animo sensibile.Brava Laisa.Tanti auguri di una serena Pasqua.

antonio girardi 13/04/2017 - 12:42

--------------------------------------

Una poesia sofferta e molto bella. Giulio Soro

Giulio Soro 13/04/2017 - 11:48

--------------------------------------

Molto bella Laisa complimenti 5*.

Paolo Perrone 13/04/2017 - 08:52

--------------------------------------

Un sentito quanto esplicito et... doloroso decanto.
Serena Pasqua Laisa.
*****

Rocco Michele LETTINI 13/04/2017 - 06:12

--------------------------------------

Quando il dolore tocca la poesia diventa un tutt'uno con l'anima...e si sente una grande voglia di abbracciare quelle foglie per amarle ancora e ancora...mi hai commosso tesoro profondamente, ognuno di noi porta dentro un po' dei tuoi versi, perché in ogni famiglia si è persa troppo presto qualche foglia...splendida! Un abbraccio forte

margherita pisano 12/04/2017 - 22:44

--------------------------------------

Molta dolcezza nel descrivere cose amare, si sente che é scritta col cuore.

mare blu 12/04/2017 - 22:43

--------------------------------------

Intensa e commovente

Mary L 12/04/2017 - 21:15

--------------------------------------

Non mi piace definire triste una poesia. Preferisco, come in questo caso, definirla commovente perché tocca il mio più profondo IO.
Di rara intensità. Complimenti.

Ken Hutchinson 12/04/2017 - 20:21

--------------------------------------

Non mi piace definire triste una poesia. Preferisco, come in questo caso, definirla commovente perché tocca il mio più profondo IO.
Di rara intensità. Complimenti.

Ken Hutchinson 12/04/2017 - 20:20

--------------------------------------

LAISA...La vita è crudele, mai una madre dovrebbe sopravvivere ad un figlio. La madre è il nostro primo grande amore. Commovente poesia

mirella narducci 12/04/2017 - 19:47

--------------------------------------

Intensa, emozionante! Un bacio a te dolcissima nipote e uno a tua nonna per la vostra forza!

Ilaria Romiti 12/04/2017 - 19:17

--------------------------------------

Bellissima Laisa,questa fa il paio con la"Mia",struggente,mi hai fatto commuovere.
Una crudeltà,la più grande, per una madre,perdere un figlio.

Bruno Abbondandolo 12/04/2017 - 19:14

--------------------------------------

Quando si parla di mamme e nonne, allora si entra in un territorio quasi intoccabile...
La sofferenza di una amdre, la dignità di una donna che ama i suoi "frutti" e che per loro vive...
e le meravigliose opere che con le sue mani riesce a creare lasciando a tutti un'impronta di cuore indelebile...

Molto commuovente!!


P.S.Mi hai fatto ricordare la mia nonnina che tanto ha sofferto e costruito.... nella sua non facile vita di allora e crescendo con immensa dedizione dei figli ( e poi nipoti) senza più un marito accanto sin dai primi anni di matrimonio....


Alessia Torres 12/04/2017 - 19:06

--------------------------------------

Non esiste dolore più grande per una madre,intensa e struggente lirica!

genoveffa frau 12/04/2017 - 17:32

--------------------------------------

oddio,Laisa,mi hai fatto venire i brividi...ed una lacrima!

SILVIA OVIS 12/04/2017 - 16:44

--------------------------------------

triste, coinvolgente, sconvolgente stupenda ****

enio2 orsuni 12/04/2017 - 16:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?