Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Autunno...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...
Forse i codici della...
Il richiamo del vent...
Le sirene di Ulisse...
Quel giorno...
CARO PAPÀ E CARA MAM...
Dieci minuti al gior...
La Coccinella sfortu...
Non so come......
Ti parlo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Gaia La Terra

Penso al buio
che riempie il cosmo
e scrivo una poesia
sulle stelle baluginanti…
testimoni di una solitudine
e di un amore universale
che non vuole soccombere
ed è solo un singhiozzo
che scivola muto
sul cuore
Nessuno sa quante stelle
e quante galassie ci sono
nell’immenso universo
Siamo viaggiatori ignari
sulla nave d’azzurro
e di verde vestita
E’ Gaia, la Terra!
Da ricordare…
nel giorno che le abbiamo dedicato
e poi faremo finta di nulla
se la vedremo lacrimare
nella spazzatura
ancora… per noi


Share |


Poesia scritta il 22/04/2017 - 13:08
Da Francesco Gentile
Letta n.272 volte.
Voto:
su 14 votanti


Commenti


L'uomo non è degno dell'amore di Pachamama...

sebina pintaldi 23/04/2017 - 19:53

--------------------------------------

Un messaggio profondo ed intenso per andare oltre l'indifferenza che piano distrugge questo meraviglioso pianeta chiamato TERRA...Splendida!

margherita pisano 23/04/2017 - 11:30

--------------------------------------

Molto bella e vera.
Da ricordare... solo al bisogno.
Ciao Francesco.

Loris Marcato 23/04/2017 - 10:09

--------------------------------------

inno alla terra e un richiamo a noi che ci autodistruggiamo nella consapevolezza dell'essere incoscienti. Buona domenica.

Romualdo Guida 23/04/2017 - 06:03

--------------------------------------

Intensa e significativa, bellissima

genoveffa frau 22/04/2017 - 23:45

--------------------------------------

sublime
Gaia...La Terra

laisa azzurra 22/04/2017 - 21:55

--------------------------------------

Se tutti noi alzassimo gli occhi per vedere il cielo e poi ci arrampicassimo sulle nuvole per peglio scrutarre la terra vedremmo meglio le meraviglie che essa ci regala e che noi maldestramente stiamo distruiggendo con questo noioso falso e reiterato slogan del consumismo, del pil e di quant'altro questa modernità sfrenata ci propina illudendoci che andando dietro i consumi alla fine noi non ci consumiamo. Bella poe che dovremmo far leggere a tutti quelli che governano questo mondo.

Francesco Scolaro 22/04/2017 - 18:59

--------------------------------------

La distruzione della terra è colpa nostra e lei sta cominciando a rivoltarsi contro i soprusi che la costringiamo a subire. Una bella riflessione, complimenti! Un saluto!

Grazia Denaro 22/04/2017 - 17:50

--------------------------------------

purtroppo l'uomo non si accontenta di viverci la la calpesta come se non fosse casa sua. ben scritta complimenti *****

enio2 orsuni 22/04/2017 - 17:32

--------------------------------------

La Fantastica Terra rimane sempre un mistero da scoprire ancora per tutti noi.... ma l'uomo non sa prendersene cura come essa merita...

Bello ed eloquente canto ommaggiante i grandi doni che il nostro azzurro pianeta sa sempre offrirci ( e mai ricambiato) !


Alessia Torres 22/04/2017 - 17:17

--------------------------------------

Autocritica costruttiva. *****

Ken Hutchinson 22/04/2017 - 17:03

--------------------------------------

È inutile dedicare una giornata a Gaia, se poi non la rispettiamo...Dobbiamo imparare a conservare ciò che possediamo, senza distruggere nulla.

Teresa Peluso 22/04/2017 - 15:50

--------------------------------------

Esplicitamente magistrale...
Lieto meriggio, Francesco.
*****

Rocco Michele LETTINI 22/04/2017 - 15:39

--------------------------------------

Piange la terra
ma poi quando si difende
noi gridiamo alle "Calamità"
dimenticando che gli autori
"Siamo noi"
Molto bella Francesco.
Hai descritto il vero.

Bruno Abbondandolo 22/04/2017 - 14:41

--------------------------------------

Molto bella

Rosi Rosi 22/04/2017 - 14:35

--------------------------------------

La terra resterà gaia, forse si sbarazzerà dei suoi più ingrati abitanti...
Molto bella, un'invocazione!

Grazia Giuliani 22/04/2017 - 14:26

--------------------------------------

Una dedica vera, intensa e triste per la nostra terra...per quello che abbiamo fatto di ignobile fino ad ora ciò che non faremo per salvarla....per salvarci!
Riflessiva poesia in questo giorno dedicato a lei! 5* e un saluto

Ilaria Romiti 22/04/2017 - 13:38

--------------------------------------

La terra sta cambiando, non avvertiamo più l'avvicendarsi delle stagioni. Alcuni fenomeni atmosferici sono sempre più violenti, ma non stiamo ascoltando questi avvertimenti e vogliamo solo vedere quello che ci rende momentaneamente più tranquilli.
Versi molto belli Francesco che denotano una crescente preoccupazione e malinconia.

ALFONSO BORDONARO 22/04/2017 - 13:29

--------------------------------------

mo

molto bella e vera Francesco stiamo distruggendoci da soli 5*


GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 22/04/2017 - 13:22

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?