Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...
Il punto...
L'odore della Notte...
La MIA STELLA...
Il nodo dell'anima...
La Colonia...
Corro da lei...
SOGNO O ILLUSIONE?...
L'attore...
La missione...
Arijane....
ROMA, CHE T’HANNO FA...
IL RESPIRO DEL MARE...
L'amore che non vive...
Stai con me...
Anna Sorridi...
HAIKU nr. 18...
Bimbo bello...
...QUESTA BELLA ROVI...
Nessuna notizia da D...
Ridere...
La felicità è un'ill...
Nel nuovo sereno...
IL QUARTO ANNIVERSAR...
Vola... Aquila Reale...
Non siamo niente...
Pensieri d\'estate...
La rosa...
Una notte in aeropor...
Vorrei tu fossi qui...
celate in uno scrign...
NONNO RACCONTAMI...
Tediosa....
Diceva mio Padre ......
La tremenda profezia...
voglia in cerca di l...
Datemi una stella...
Le tue lunghissime c...
ESTATE BRUCIANTE...
L 'isola...
Filastrocca d'amore...
Chi sei?...
Diamante...
Il lamento dei poeti...
Troppe-D 2...
amor sofferto...
Notte di S.Lorenzo...
L' IPOCRITA...
Ci sono cose che acc...
Occhi di vetro...
VIAGGIATORE.........
La mia storia come u...
Grigio di citta'...
VIVO PER AMARTI...
UN ANGELO ALLO SPECC...
A LEI...
SOLI INSIEME...
batuffolo...
Alla luna...
Ossimori....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il Lotto

Da lunghi anni rincorro le orme di colei
che mai le mani ha steso al mio aiuto,
malgrado io, suo fedele devoto, tanto ho pregato
affinché le labbra mie si son’ asciugate.
Lei, strabica, bendata,
mai la porta mia di casa ha sfiorato,
pur sapendo quanti anni io per lei ho pagato
e mai un briciolo a me ha restituito.
Io mi recherò sul Olimpo,
la dove muse e dee giudicheranno,
se è giusto credere
o meglio non essere beffati di dee bendate.


Share |


Poesia scritta il 07/05/2017 - 19:42
Da Salvatore Rastelli
Letta n.184 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


be io non mi affido alla fortuna ma a me stesso

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 08/05/2017 - 13:17

--------------------------------------

PER ME IL GIOCO E' TRUCCATO. NON GIOCO DA UN DECENNIO. OGGI SI BORSA SOLAMENTE SENZA INCASSARE IN TANTI GIOCHI SETTIMANALI ED A ORE.
SIMPATICO QUANTO ESAUSTIVO VERSEGGIO, SALVATORE.
*****

Rocco Michele LETTINI 08/05/2017 - 08:59

--------------------------------------

La fortuna è cieca e chissà quanto ridono all'olimpo quando la Dea neppure si accorge del fortunato e resta tutto nelle casse, un bel testo che fa riflettere sul vizio del gioco

genoveffa frau 07/05/2017 - 21:54

--------------------------------------

Affidarsi alla fortuna è veramente rischioso, se la fortuna non esiste. Forse bisogna essere convinti di volere certe cose e scatenare la propria energia positiva.
In ogni caso i versi sono belli.

ALFONSO BORDONARO 07/05/2017 - 20:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?