Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Discesa agli inferi

Ho preparato tutto per la discesa all’inferi,
non temere sarà come un viaggio ameno e divertente,
nel pozzo senza fondo, nel cunicolo più stretto che tu abbia mai visto.
Sprecherai tutte le tue energie se ti opporrai, ma sarà inutile.


La ragazza arcobaleno così ti chiamano, e io sono la tua dannazione.
Scendi casta e pulita con il tuo vestito bianco, lungo, con le maniche a sbuffo,
per intralciare il mio cammino, per porre termine al mio dominio su di te.
Mi chiami per le scale, ti rispondo come se avessi un nodo in gola.


La via è tracciata, è segnata, non basteranno i tuoi tentennamenti,
né le tue circonlocuzioni né le tue tautologie, non serviranno a nulla;
portati delle scarpe comode per scendere di sotto.
Tu pensi forse sia uno scherzo, ma è tutto vero, ragazza arcobaleno.


E così non la smetti di berciare e di strillare, di berciare e di strillare,
per liberarti di me e del mio piano mortifero,
ingolla ancora un po’ di bourbon, ti darà forza.
La bocca dello strapiombo non è più larga di un metro.


Ci passiamo a fatica, per poi scendere di livello, come se fossimo su delle rampe
Sento la tua presenza vicina e emotiva, sento la tua pelle squamarsi pian piano,
mentre devo stare attento a dove metto i piedi.
Sento che ti lamenti ancora, ragazza arcobaleno.


Ti lamenti del potere che ho su di te e di questa discesa,
senti che non vivrai a lungo per raccontarla a qualcuno,
ti sento ancora berciare e strillare,
ma stai attenta a non mettere un piede in fallo, potresti anche scivolare via verso il fondo.



Share |


Poesia scritta il 19/06/2017 - 18:59
Da Giulio Soro
Letta n.196 volte.
Voto:
su 12 votanti


Commenti


Splendidi versi, bravissimo

genoveffa frau 21/06/2017 - 23:35

--------------------------------------

Molto bella e verseggiata magistralmente, Giulio complimenti 5*

Paolo Perrone 21/06/2017 - 09:55

--------------------------------------

Giulo .... parole non servono.
Grandiosa.
Grandioso il tuo dire.
Solo grazie per scrivere e farci leggere ....
Scuola del pensare e del saper dire...
solo un grazie.
*****

Paolo Pedinotti 20/06/2017 - 22:33

--------------------------------------

Una discesa magistralmente scritta... che porta ad una grande ascesa poetica!
Complimenti molto bella

margherita pisano 20/06/2017 - 19:11

--------------------------------------

UN LECITO ET PONDERATO VERSEGGIO STRAORDINARIAMENTE COSTRUTTO.
LIETA GIORNATA.
*****

Rocco Michele LETTINI 20/06/2017 - 08:47

--------------------------------------

Sembra la lucida cronaca di un giorno di ordinaria follia. Ti costringe a leggerla e rileggerla per acchiapparne il succo denso e dolceamaro, ma alla fine quel che rimane è il senso dell'affanno in una discesa non fluida.

Vincent Corbo 20/06/2017 - 07:30

--------------------------------------

Lavoro ben scritto e molto molto bello
..5*

Rosi Rosi 20/06/2017 - 00:11

--------------------------------------

ti meriti un bel 5 stelle Giulio completa e ben scritta

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 19/06/2017 - 23:44

--------------------------------------

Hai visto che gli inferi non sono così male? Senza discesa nessuna ascesa. Bella

Sabry L. 19/06/2017 - 23:17

--------------------------------------

Comincio a leggerti solo ora, mi riprometto di leggere altro di te, così, per imparare a conoscerti ed a comprenderti meglio. Acereta, era il momento, i miei complementi e perdonami se non mi lancio in alcuna interpretazione. Molto bella.

Ken Hutchinson 19/06/2017 - 22:31

--------------------------------------

Complimenti,veramente ben scritta.

Un saluto
Francesco Rossi

Francesco Rossi S. 19/06/2017 - 22:12

--------------------------------------

Discesa agli inferi molto ben dettagliata come un girone dantesco. Un saluto e complimenti.

Paolo Ciraolo 19/06/2017 - 20:41

--------------------------------------

Molto ben scritta
ciao Giulio
bella
Un abbraccio dall'animo.

Bruno Abbondandolo 19/06/2017 - 20:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?