Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Abbandonato dalle circostanze

Il sole cala
e io sono sempre più triste.
Il sangue pulsa
e io sono sempre più arrabbiato.
Nessuno pensa.
Nessuno mi pensa.
Abbandonato dalle circostanze
mi riverso nel mio abitacolo:il mio pensiero.
Penso,penso,penso.
È l'unico modo che ho per parlare.
In questo mondo non troverai traccia delle mie parole.
Sono passato in silenzio perché avevo paura della Cattiveria.
Una nemica ostile di cui mai ti potrai fidare.
Sono fragile, questo si era capito.
Non sono speciale, questo era scontato.
Sono un'anima rotta che urla l'aiuto di questa società mediocre.
Urla perché nessuno riesce a sentire.
Nessuno sente.
Nessuno mi sente.
Nessuno...
Corde pizzicate dal destino,
eventi veloci che donano felicità ai molti.
E io sempre qui.
Triste,sempre più triste.
Sono un palazzo privo di fondamenta,
che sta per crollare sotto gli sguardi indifferenti,
sotto queste stelle che mi hanno abbandonato da tempo.
Senza forza per continuare,
decido di intraprendere questo volo audace verso un mondo diverso,
dove forse qualcuno mi capirà.
Un volo sconosciuto all'interno della mia anima perché alla vita non si rinuncia mai.
Un volo che mai cambierà questo mondo.
Un singolo evento non renderà mai limpido un mare inquinato dall'odio


Share |


Poesia scritta il 21/06/2017 - 21:35
Da Simone Grillante
Letta n.205 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


L'indifferenza del mondo non aiuta ma mai arrendersi , lottare sempre con dignità e fierezza, tristemente bella

genoveffa frau 23/06/2017 - 09:20

--------------------------------------

Grazie a tutti dei complimenti

Simone Grillante 23/06/2017 - 07:23

--------------------------------------

Molti si sentono così.E tu Simone sei riuscito a descriverlo perfettamente.Il voler scappare a volte ci viene quasi d'obbligo ma è improduttivo.Non ci resta che il rifugio della nostra mente cercando di attutire i rumori del mondo

Mirko Faes 22/06/2017 - 21:02

--------------------------------------

La sensibilità ferita la fa da padrona in questa poesia densa di emozioni e fortemente intrisa di soggettivismo. Complimenti per la poesia. Non ti buttare troppo giù. Giulio Soro

Giulio Soro 22/06/2017 - 18:29

--------------------------------------

Purtroppo la società in cui viviamo è quella che descrivi...ma bisogna aver molta pazienza nelle cose e soprattutto cercare di fare comunque quel che ci fa stare bene al di là della gente che non sa ascoltare e capire... Il fatto che tu scriva è già una bella reazione a tutto ciò e un modo per liberare l'animo dalla pesantezza. Continua a farlo insieme ad altre cose che ti possono gratificare! Ma non fermarti!
Questo è il modo migliore per ovviare ad una realtà che fa soffrire!
Tantissimi auguri....

Alessia Torres 22/06/2017 - 16:24

--------------------------------------

Urla "piano "
Chi nn ha orecchio, ha cuore

laisa azzurra 22/06/2017 - 11:50

--------------------------------------

è un urlo verso un mondo indifferente purtroppo troppo spesso si fa finta di non sentire

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 22/06/2017 - 08:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?