Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Polvere......
Nitente (Alinea I)...
Orizzonti...
STRUTTURA DI OCCHI C...
LA MAGIA DELLA LUCE...
I VERSI...
ER PAJACCIO di Enio ...
Uno...
Il veliero...
Prigioniera...
Gli amanti...
Taburno...
L'ESTATE DEL FALCO...
La breve estate dell...
Ad occhi chiusi...
L'indifferenza...
L'insegnante degli i...
Quella calda estate ...
SILENZI...
Enigmatico...
Anima inquieta, mio ...
Non si spiega tutto ...
PIOVE...
No Selfie...
Chiesa di Sant'Elia ...
Codice...
Se conosci la triste...
Scegli sempre quello...
Il Caso....
All'amico...
Genova...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



OMBRE SENZA ETA'

Brevi i tuoi attimi di gioia,
dolci i sorrisi,
coronati, a volte, da lacrime di felicità
che a volte illuminavano il tuo viso.
Quanti linguaggi avevano invece i tuoi silenzi,
quando l’angoscia straripava
su tutto il tuo corpo,
effimera spiaggia dove si arenavano
i tuoi fragili sensi disperati.
Nessun segno sul tuo volto,
quando inseguivi il giorno,
per non vivere vecchi fantasmi
che venivano a trovarti nella notte.
La paura del buio,
quando bambino a sera
salivi correndo quelle scale
senza voltarti indietro,
quasi per fuggire ad una mano
che voleva ghermirti, trattenerti.
Quando la notte era fatta di ombre
che affollavano continuamente quel soffitto.
Rimanevi fermo,
immobile sotto le coperte,
senza respiro,
sudore freddo scivolava sulla pelle.
Mentre il giorno non arrivava mai.


Share |


Poesia scritta il 22/06/2017 - 22:08
Da ALFONSO BORDONARO
Letta n.342 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


Le ombre dell'inconscio non hanno età emergono inaspettate, bellissimi e significativi versi

genoveffa frau 25/06/2017 - 12:46

--------------------------------------

Emozionale, intensa.. Una bellissima opera

Francesco Gentile 23/06/2017 - 19:57

--------------------------------------

Poesia di impatto, dosata con sapienza. Complimenti 5*

donato mineccia 23/06/2017 - 19:52

--------------------------------------

Una splendida composizione che descrive sensazioni che tutti almeno una volta hanno provato nella vita ...molto profonda ...Ottimo lavoro!Complimenti sinceri 5* Un caro saluto!

Rosi Rosi 23/06/2017 - 18:13

--------------------------------------

Un ritornare indietro al tempo di quando si era bambini e a volte c'erano paure inesistenti che per noi bimbi avevano valenza reale. Piaciuta! Un saluto.

Grazia Denaro 23/06/2017 - 16:17

--------------------------------------

Questa tua poesia è un flashback chiaro e prepotente del mio essere stato bambino. Un tuffo fantastico.

Ken Hutchinson 23/06/2017 - 15:04

--------------------------------------

La paura del silenzio e delle ombre o di una mano che nel buio ci trattiene, sono tutte cose provate almeno una volta nella vita e comuni a molte persone. Eccezionale la tua bravura quando descrivi tutto ciò in versi! Complimenti e lodi sincere!

Paolo Ciraolo 23/06/2017 - 13:54

--------------------------------------

La paura del buio, la paura della notte, che ghermisce i pensieri distratti durante la giornata...la paura dell'inconscio... Da tutti provata, e non ha importanza l'età. Ma il buio e il silenzio, favoriscono questi pensieri. Condivisa.

Teresa Peluso 23/06/2017 - 13:03

--------------------------------------

un'opera fantastica tu grande comunicatore e innovatore ci regali sempre nuove cose grazie

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 23/06/2017 - 12:36

--------------------------------------

I silenzi hanno una voce, l'ho sempre pensato. Sono il riflesso dello stato d'animo di quel momento. In questa poesia rappresentano l'angoscia, probabilmente la paura di vivere che nasce, all'improvviso, in momenti in cui la mente non è più impegnata nella quotidianità. E' un fenomeno che non ha età. Allora emerge, senza chiedere il permesso, il subconscio, schiacciato durante la giornata. Non si riesce a fermarlo e fa male
Questo mi è sembrato di cogliere nella tua profonda poesia
Complimenti per l'opera

Nicol
*****


Nicol Marcier 23/06/2017 - 12:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?