Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mattina

Una mattina sono entrata
in quello che restava della nostra cucina
c'era la tazza un pò scheggiata
la tovaglia ingiallita
una ragnatela appesa alla finestra
tu non c'eri più.
Rimaneva il vuoto di un ricordo
la voragine che lascia una vita passata insieme
i fantasmi si erano dileguati
anch'essi stanchi di tormentarmi
allora capì quanto ero stata stupida
quanto avevo sprecato la mia giovinezza
inseguendo paure che non c'erano
e intanto il tempo passava
i campi di grano sempre più gialli
sotto la foschia d'agosto
quando ogni donna per bene sta chiusa in casa
ad accudire i figli.
Ma io non sono una donna per bene
io non voglio una famiglia
dei figli
un cane da coccolare
io voglio te
voglio la tua passione
il tuo tormento
perché siamo esseri umani
amiamo il conflitto
amiamo le incongruenze cha nascono dalle tazze di caffè
sporche lasciate sul lavandino
di una cucina che non vede più noi
in questo caldo di agosto che già si fa sogno
che io già abbandono con disperata serenità.


Share |


Poesia scritta il 01/07/2017 - 19:55
Da greta urti
Letta n.259 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Hai8 scritto una bella e profonda poesia.

antonio girardi 02/07/2017 - 12:14

--------------------------------------

stessa sorte stesso pensiero molto bella

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 02/07/2017 - 09:24

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?